Caro ministro, la scelta tra dipendenza o convenzione per i Mmg “è” il cuore della vicenda

Quotidiano Sanità SALUTE

Banale buon senso impone di avviare qualsiasi discussione sul nuovo assetto della medicina del territorio avendo ben chiaro questo punto, o dipendenza o convenzione.

Caro ministro, la scelta tra dipendenza o convenzione per i Mmg “è” il cuore della vicenda. Ecco perché non sono d’accordo con quanto detto ieri al congresso Fimmg da Speranza.

Il che sembra una scelta obbligata perché non si può neppure lontanamente pensare che l’ambulatorio del proprio medico sia lontano mezz’ora di macchina

Queste le dichiarazioni del Ministro Speranza al Congresso Nazionale della FIMMG, per come le riportano i giornali. (Quotidiano Sanità)

Ne parlano anche altre fonti

Così il segretario nazionale di FIMMG, Silvestro Scotti, in un passaggio della sua relazione al 78° Congresso FIMMG-Metis in corso a Villasimius. “Su queste basi FIMMG è pronta ad andare avanti e a confermare, a chi avesse dubbi, che la Convenzione è l’atto da cui tutti i medici di medicina generale si debbano sentire dipendenti e che quindi si chiarisca quello che è esigibile ma si chiariscano anche quelle che sono le responsabilità e le tutele di chi ha la governance. (Panorama della Sanità)

A partire dal primo ottobre la dottoressa Eleonora Canestrelli è passata da incarico provvisorio a incarico definitivo di medico di medicina generale con ambulatorio a Sarteano: per tutti gli assistiti seguiti da lei è comunque necessario effettuare la propria scelta. (RadioSienaTv)

Sono due, a nostro avvisto, le richieste più urgenti: primo, dare una risposta immediata ai cittadini di Sarteano, assegnando i medici che ad oggi mancano. Secondo: in questi casi la Asl deve comunicare prima e per tempo, in modo capillare e diretto, eventuali cessazioni o modifiche del servizio, dando opportune indicazioni ai cittadini (SienaFree.it)

Ad affermarlo è il segretario nazionale della Fp Cgil Medici e Dirigenti Ssn, Andrea Filippi, nel corso del suo intervento all’iniziativa, promossa dalla categoria insieme allo Spi Cgil, ‘L’assistenza si costruisce insieme. (Panorama della Sanità)

Quante volte i medici di medicina generale mi hanno detto ‘io mi sono sentito solo in alcuni passaggi e in alcuni momenti’. Per me è un presidio irrinunciabile”, ha sottolineato il ministro della Salute, Roberto Speranza, alla platea dei camici bianchi riunita al Congresso annuale della Federazione italiana dei medici di medicina generale (Fimmg), a Villasimius (Ca). (Fortune Italia)

Se la sanità pubblica, avverte infatti Scotti, "continua ad essere marginalizzata perché le procedure, la programmazione e gli interventi non sono coerenti con i reali bisogni di assistenza sanitaria, emerge sempre di più la nuova sanità 'sostitutiva' fatta di committenza, assicurazioni, fondi sanitari" Ciò perchè i medici "sono stanchi, arrabbiati e sfiduciati per l'assenza di ascolto". (Giornale di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr