E' possibile diventare positivi anche dopo il vaccino?

E' possibile diventare positivi anche dopo il vaccino?
InfermieristicaMente INTERNO

E' possibile diventare positivi anche dopo il vaccino?

C’è un aspetto cruciale che però ancora va chiarito: «Ad oggi non sappiamo se chi è stato infettato dopo il vaccino è anche infettivo».

«Nel frattempo - conclude Toma dell’Ifo - è bene mantenere tutte le misure di precauzione, perché il rischio di contagiare gli altri, potenzialmente, c’è sempre»

Come conferma Luigi Toma, infettivologo dell’Ifo, «non abbiamo evidenze scientifiche sul fatto che il vaccinato positivo al Covid sia contagioso o no. (InfermieristicaMente)

Ne parlano anche altre testate

Era il 27 marzo e quel volto ha fatto il giro del mondo, dopo lo scatto realizzato da Antonio Calanni. Quello di Martina Papponetti, immortalata a fine turno, è uno dei volti che non dimenticheremo mai proprio per questo (Ck12 Giornale)

Condannato l'infermiere che si era rifiutato di sottoporsi a tampone. Era stato proprio l’infermiere a citare in giudizio gli Ospedali Riuniti di Ancona, dopo essersi rifiutato di seguire l’ordine di servizio che predisponeva per lui ed i suoi colleghi, l’esecuzione di un tampone molecolare, come misura di prevenzione, in seguito ad un focolaio scoppiato a gennaio, nel reparto dove lavora, quello di Gastroenterologia a Torrette. (InfermieristicaMente)

"Di fronte a tanta oblatività - ha continuato Francesco nel Messaggio -, l'intera società è stimolata a testimoniare sempre più l'amore al prossimo e la cura degli altri, specialmente i più deboli. "Mi unisco spiritualmente a quanti sono riuniti al significativo evento commemorativo e invio il mio benedicente saluto", ha concluso (Rai News)

Covid, Papa: "Medici e infermieri eroi, vaccino contro individualismo"

È la linea, durissima, del presidente dell'Ordine degli infermieri. Restano solo i tre infermieri e i due operatori, che però adesso hanno dato la propria disponibilità a vaccinarsi». (Il Gazzettino)

Dunque fa ancora più effetto, e rabbia, quando si riporta il triste dato dei 259 sanitari uccisi dal Covid-19. Tra questi professionisti c’è Roberto Maraniello, infermiere e segretario generale Fials di Napoli, ucciso dal virus all’età di 56 anni (Nurse24)

In un messaggio inviato nel corso della cerimonia dedicata a medici e infermieri morti a causa della pandemia, Bergoglio rende omaggio allo "svolgimento generoso e a tratti eroico della loro professione vissuta come una missione". (Adnkronos)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr