Grimaldi, in arrivo 20 navi ecologiche: «Siamo pronti per regole green severe»

ilmattino.it ECONOMIA

Dal nostro inviato a Valencia. È verde - ma anche un po' rosa - il futuro della Grimaldi Group.

A Valencia (Spagna) per la XXIV Euro-Med Convention organizzata dal gruppo armatoriale, l'amministratore delegato, Emanuele Grimaldi ne ha definito con chiarezza l'orizzonte: navi ecosostenibili, impatto zero nei porti e rete sempre più capillare, specializzata e forte.

L'annus horribilis del Covid è alle spalle e ora la prospettiva della ripresa. (ilmattino.it)

Su altri giornali

Attraverso questa operazione, il Gruppo Grimaldi ha rafforzato la sua presenza nei collegamenti interni in Spagna e nei porti spagnoli, che occupano una posizione strategica tra Mar Mediterraneo e Oceano Atlantico. (L'Informatore Navale)

UN PROGETTO STRATEGICO E AMBIZIOSO. e-pic land è il Piano Integrato della Cultura per un vasto territorio a nord di Milano. Per la sua posizione strategica a pochi km dal centro di Milano, è il sito di accesso al. (MI-LORENTEGGIO.COM.)

ossia cookie generati e gestiti direttamente dal soggetto gestore del sito web sul quale l'utente sta navigando. Titolare e responsabile del trattamento. Titolare del trattamento è Informazioni Marittime srl. (Informazioni Marittime)

Grimaldi Group, che fa capo alla omonima famiglia, ha sede a Napoli e controlla una flotta di oltre 140 navi impiegando 15 mila addetti. Il piano di investimenti del gruppo Grimaldi, la principale società armatoriale italiana, prosegue a tappe forzate, come ha confermato a Valencia l’amministratore delegato Manuel Grimaldi. (La Nuova Venezia)

Mi interessano però anche spazi nel porto di Genova, Livorno, Ravenna e Palermo perché vogliamo crescere sempre di più”, ha concluso Grimaldi E altre 20 unità in cantiere, con consegna prevista entro il 2025, che nel complesso consentiranno di abbattere le emissioni inquinanti del 50% rispetto alle navi utilizzate in precedenza. (La Repubblica)

Oltre che sulle navi, Grimaldi ha annunciato importanti investimenti sui porti e ora punta a quelli del Mediterraneo orientale, dove il Governo greco metterà presto in gara la concessione dei porti, importanti sopratutto per il ro-ro, Igoumenitsa, Heraklion e Corfù. (TrasportoEuropa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr