Zaki, terminata l'udienza sulla detenzione. La legale: "Non credo che lo scarcerino"

Zaki, terminata l'udienza sulla detenzione. La legale: Non credo che lo scarcerino
Rai News INTERNO

"Siamo molto preoccupati per quanto riferito dall'avvocata di Zaki sullo stato di salute psicologica di Patrick

Il Cairo Zaki, terminata l'udienza sulla detenzione.

Amnesty: "Molto preoccupati, fare il massimo e presto". Condividi. L'udienza sul rinnovo della custodia cautelare in carcere per Patrick Zaki è terminata.

Lo ha riferito all'Ansa una sua legale, Hoda Nasrallah, aggiungendo che lo studente egiziano dell'università di Bologna è in un "pessimo stato psicologico". (Rai News)

La notizia riportata su altri giornali

Il consiglio regionale della Liguria ha chiesto il conferimento della cittadinanza italiana a Patrick Zaki “al fine di conferire maggiore forza e autorevolezza alla richiesta di liberazione”. “Il prosieguo della detenzione di Patrick Zaki e’ un intollerabile abuso. (IL GIORNO)

L'udienza si era svolta ieri ma l'esito si è appreso solo oggi. La Corte d'assise del Cairo ha rinnovato di altri 45 giorni la detenzione del ricercatore egiziano all'Università Bologna Patrik Zaki. (La Gazzetta di Mantova)

"Siamo molto preoccupati per quanto riferito dall'avvocata di Zaki sullo stato di salute psicologica di Patrick La sua legale, Nasrallah, riferisce che Zaki è in un "pessimo stato psicologico",. I legali di Zaki hanno chiesto di sostituire la squadra di giudici che decidera' sulla sua custodia cautelare. (La Repubblica)

Ieri nuova udienza, per Zaki poche speranze | il manifesto

Anche il portavoce di Amnesty Italia, Riccardo Noury, lancia un appello sempre su Twitter: “Una cosa da fare subito: la Farnesina convochi l’ambasciatore egiziano per esprimere protesta e chiedere il rilascio di Patrick Zaki” E’ stata inoltre respinta la richiesta, presentata ieri dalla difesa, di un cambio dei giudici che seguono il caso. (ciociariaoggi.it)

I legali di Patrick Zaki hanno chiesto di sostituire giudici che decidono sulla sua custodia cautelare e “domani o dopodomani” si saprà se questa richiesta sarà accettata. “Non credo” ha risposto alla domanda se domani o dopodomani possa essere annunciata una scarcerazione dello studente dell’Università di Bologna (L'HuffPost)

Ma la legale di Patrick, Hoda Nasrallah, si dice pessimista dopo un anno e due mesi di prolungamenti della detenzione, prima di 15 giorni e ora di 45: «Non credo nella scarcerazione visti i continui rinnovi - ha detto all’Ansa (Il Manifesto)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr