La sfida di J.K. Rowling: "MInacce di morte per le mie posizioni sui diritti trans. Ma non cambio idea"

La sfida di J.K. Rowling: MInacce di morte per le mie posizioni sui diritti trans. Ma non cambio idea
La Repubblica CULTURA E SPETTACOLO

"Dovrebbero invece riflettere", esorta Rowling , "sul fatto che ho ricevuto così tante minacce di morte che potrei rivestirci le pareti di casa ma non per questo ho cambiato idea.

I tweet di Rowling , nel giro di poche ore, hanno ricevuto decine di migliaia di reazioni e approvazioni

Suppongo che Richard Energy, Georgia Frost e Holly Stars volessero criticarmi così per le mie posizioni su gender e diritti delle donne basati sul sesso". (La Repubblica)

Ne parlano anche altri media

Nel 2019 aveva difeso su Twitter una ricercatrice, Maya Forstater, che aveva perso il lavoro per alcuni tweet critici sull’identità di genere: “Vestiti come vuoi. Ma si può davvero licenziare una donna per aver detto che il sesso esiste?”, aveva detto Rowling (La Nazione)

Rowling (@jk_rowling) November 22, 2021. Con una lunga serie di Tweet la scrittrice ha rivelato le tante minacce di morte e gli abusi che ha ricevuto assieme alla sua famiglia. La Rowling aveva risposto in questo modo, ribadendo la sua volontà di espressione: «Dovrebbero riflettere sul fatto che ho ricevuto così tante minacce di morte che potrei tappezzare la casa, ma non ho smesso di parlare» (Il Mattino)

“Non so cosa credessero di ottenere”, ha aggiunto Rowling citando i nomi di chi ha compiuto il gesto. “Ho ricevuto così tante minacce di morte che potrei tappezzarci la casa”: a rivelarlo è la scrittrice J. (L'HuffPost)

“Ho ricevuto tante minacce di morte, ci tappezzerò la casa”: le parole di J.K Rowling

Rowling ha scritto dei giornalisti che hanno reso noto il suo indirizzo sul suo profilo Twitter. Rowling (@jk_rowling) November 22, 2021. Già lo scorso luglio Rowling aveva pubblicato alcune delle minacce che aveva ricevuto. (Il Riformista)

«Non so cosa credevano di ottenere», ha precisato Rowling citando i nomi dei responsabili, «ma ormai ho ricevuto così tante minacce di morte che potrei tappezzarci la casa». Ha sopportato il biasimo di colleghi, editori, attori e anche i divi da lei creati, ma c’è un limite a ciò che si accetta in silenzio, anche quando ti chiami JK Rowling. (Corriere della Sera)

Tre attivisti per i diritti dei transgender hanno deciso di pubblicare la foto della casa dove abita con la sua famiglia e ora J.K Rowling risponde: “Ho ricevuto così tante minacce di morte che potrei tappezzarci la casa… Non so cosa pensavano di ottenere”, ha sottolineato facendo i nomi dei tre autori del gesto. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr