Coronavirus | Parla Draghi: più debito e liquidità come in guerra

Coronavirus | Parla Draghi: più debito e liquidità come in guerra
StartupItalia.eu StartupItalia.eu (Interno)

Dopo esser passato alla storia per aver salvato l’euro (dunque l’Europa) grazie al programma di acquisto di titoli di Stato – il Quantitative Easing – Draghi viene sempre più spesso indicato come un nome papabile per guidare l’Italia in futuro.

Su altri giornali

Nel giorno dell’informativa di Giuseppe Conte sul Covid-19 è l’ex governatore della Banca centrale europea, Mario Draghi, il nome che risuona praticamente ad ogni intervento. Sulla stessa scia Anna Maria Bernini, la capofila degli azzurri in Senato: “E’ stato evocato tante volte Mario Draghi. (L'HuffPost)

Solo il sistema finanziario e creditizio, spiega l’ex presidente della Bce, può creare moneta e far arrivare la liquidità «in ogni crepa dell’economia»: bisogna prestare a tassi zero, con piena garanzia statale, alle imprese che non licenzino. (Il Sole 24 ORE)

Livelli di debito pubblico più alti diventeranno una caratteristica permanente delle nostre economie e sarà accompagnata da una cancellazione del debito privato». «È già chiaro che la risposta» alla guerra contro il coronavirus «deve coinvolgere un significativo aumento del debito pubblico». (Lettera43)

Le azioni dei governi per sostenere i sistemi sanitari e le misure di contenimento quindi - sottolinea Draghi - «comportano anche un costo economico enorme e inevitabile. Nell'editoriale sul Financial Times Draghi sottolinea: «Le banche devono prestare rapidamente fondi a costo zero alle imprese disposte a salvare posti di lavoro». (DiariodelWeb.it)

E Renzi, che ha sempre apprezzato Draghi, dice rivolgendosi a Conte: "Mario Draghi le indica la strada, quando dice che certo bisogna fare debito ma bisogna farlo per dare liquidità alle piccole e medie imprese perché rischiano di morire" . (ilGiornale.it)

Debiti pubblici più alti diventeranno una caratteristica delle nostre economie e saranno accompagnati dalla cancellazione del debito privato". "La perdita di reddito del settore privato - e ogni debito assunto per riempirla - deve essere assorbita, totalmente o in parte, dai bilanci pubblici. (Sky Tg24 )

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti