Miccoli shock: va in carcere. La condanna è definitiva

Miccoli shock: va in carcere. La condanna è definitiva
Approfondimenti:
BARI CALCIO SPORT

Finirà in carcere Fabrizio Miccoli.

Come si legge su gazzetta.it, l'ex attaccante di Perugia, Juventus e Lecce, dovrà scontare la pena di tre anni e mezzo per "estorsione aggravata dal metodo mafioso".

La condanna è definitiva, e Miccoli dovrà ora decidere dove costituirsi per iniziare la detenzione

(BARI CALCIO)

Ne parlano anche altri giornali

Secondo quanto pubblicano oggi alcuni organi di stampa, per Miccoli non sarebbero previste misure alternative alla detenzione. L'ex 'Romario del Salento' dovrà scontare 3 anni e 6 mesi di carcere per estorsione aggravata dal metodo mafioso, hanno stabilito i giudici della seconda sezione penale della Cassazione, confermando la sentenza decisa nel gennaio 2020 dalla Corte di Appello di Palermo. (Leggo.it)

Quest'ultimo, aveva coinvolto Lauricella con il quale era in rapporti d'amicizia quando indossava la maglia del Palermo. Lo hanno stabilito i giudici della seconda sezione penale della Cassazione italiana, confermando la sentenza decisa nel gennaio 2020 dalla Corte di Appello di Palermo. (Ticinonline)

Il motivo. Fabrizio Miccoli dovrà andare in carcere. Accolta dunque la richiesta del sostituto procuratore generale della Suprema Corte, Fulvio Baldi, di rigettare il ricorso di Miccoli (Juventus News 24)

Miccoli rischia il carcere: condanna definitiva per estorsione

La sua figura, nonostante ciò, in questo decennio è rimasta significativamente macchiata dalle vicende extra-campo La seconda sezione della Cassazione ha confermato la condanna a 3 anni e 6 mesi nei confronti di Fabrizio Miccoli, accusato di estorsione aggravata da metodo mafioso. (Il Sussidiario.net)

Non ci sono alternative, per l’ex calciatore, accusato anche dell’aggravante del metodo mafioso. Per queste parole, Miccoli si scusò pubblicamente tra le lacrime (Calcio Lecce)

Il locale in questione si chiama "Paparazzi" e si trova nel Comune di Isola delle Femmine in provincia di Palermo. Secondo la giustizia, Miccoli è stato accusato di aver commissionato il recupero di 12mila euro al proprietario di una discoteca con violenza e minacce. (il Giornale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr