Stop a benzina e diesel, Italia per il rinvio al 2040

Stop a benzina e diesel, Italia per il rinvio al 2040
ilGiornale.it INTERNO

Restano, però, forti resistenze, tra cui quelle di Italia e Germania.

Il 28 giugno, data fissata per la riunione del Consiglio Ue Ambiente, si avvicina e a surriscaldarsi è anche il clima all'interno dei governi.

La causa: il blocco, in un porto cinese, degli strumenti per produrre batterie, problema che tocca maggiormente la fabbrica americana

A proposito di auto elettriche, i nuovi impianti di Tesla ad Austin (Texas) e a Berlino (Germania) stanno «perdendo miliardi di dollari». (ilGiornale.it)

La notizia riportata su altre testate

A Bruxelles, a quanto pare, alcuni paesi tra cui l’Italia insieme a Bulgaria, Portogallo, Romania e Slovacchia hanno proposto un documento dove poter posticipare l’eliminazione dei motori endotermici dal 2035 al 2040 ed è stata proposta anche la riduzione delle emissioni di CO2 del 90%, invece che del 100%. (Automoto.it)

Fin qui pure l’Italia non si era particolarmente esposta contro la decisione. Una norma già apostrofato “salva Stellantis”, sicché la multinazionale detiene un market share del 21 per cento a livello continentale nel settore (ClubAlfa.it)

Lo stop alle auto inquinanti è stato fissato al 2035 dalla proposta della Commissione che ha già incassato il sostegno del Parlamento europeo e della gran parte dei governi nazionali. L’Italia oggi presenterà ai tavoli diplomatici Ue un documento che chiede il rinvio al 2040 del divieto di vendita dei veicoli a benzina e diesel. (EuropaToday)

Il futuro dell'auto. Stop ai motori termici, l'Italia chiede rinvio al 2040

Ascolta la versione audio dell'articolo. Ma era quello di Cingolani, davanti a una quarantina di partecipanti tra associazioni di settore e sindacati, l’intervento più atteso. (Il Sole 24 ORE)

ITALIA PROPONE RINVIO STOP A BENZINA E DIESEL AL 2040? STOP AUTO BENZINA E DIESEL DAL 2040: I CONTENUTI DELLA PROPOSTA. E dalle parole sembra che si sia effettivamente passati ai fatti leggendo i contenuti della bozza nella quale l’Italia sostiene la proposta di Bulgaria, Romania, Portogallo e Slovacchia di rinviare al 2040 lo stop ai motori endotermici. (SicurAUTO.it)

E poi il ministro della transizione ecologica, Roberto Cingolani, che sembra avere un approccio pragmatico. Una percentuale però ancora molto lontana dal 26% della Germania, dal 18,6% del Regno Unito e dal 18,3% della Francia. (Avvenire)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr