Banda di usurai sgominata a Palermo, le intercettazioni: “L’importante è che mi porti 500 euro…

Banda di usurai sgominata a Palermo, le intercettazioni: “L’importante è che mi porti 500 euro…
Il Fatto Quotidiano INTERNO

“Tu come me li vuoi dare me li dai…l’importante è che tu mi porti 500 euro…perché…vedi che quello…se ti prende…non che ti fa male?

Tra le vittime, anche il conduttore Marco Baldini, oltre a imprenditori, professionisti, antiquari e nomi eccellenti dello spettacolo.

Ecco le intercettazioni

Sono alcune delle intercettazioni della banda di usurai al centro dell’operazione della guardia di finanza di Palermo che ha portato a misure cautelari per 5 persone che operavano tra il capoluogo siciliano e Roma (Il Fatto Quotidiano)

Se ne è parlato anche su altre testate

I prestiti a tassi usurai sarebbero andati avanti anche durante il lockdown approfittando del grave stato di bisogno delle vittime Usurai a Palermo, le indagini: tra le vittime Marco Baldini. Tra le vittime della banda di usurai c'era anche il conduttore radiofonico Marco Baldini. (Today.it)

Baldini nelle mani degli strozzini. Leggi anche: Coronavirus: Fiorello torna su Rai 1. Marco Baldini era finito nella rete di Succhiasangue quattro anni fa: “Sti soldi, com’è finita Marco? Baldini doveva 60 mila euro al fratello del boss. (SoloDonna)

60) è stata invece applicata la misura del divieto di dimora nel territorio del Comune di Palermo. 58);. (Alqamah)

Marco Baldini vittima degli usurai. Il gioco, i debiti e l’amicizia con Fiorello

Le vittime dell’usura. Fra le vittime, anche il conduttore radiofonico Marco Baldini, che già altre volte era finito nelle grinfie degli strozzini. A i domiciliari Gabriele Cillari, 34 anni, Matteo Reina, 61 anni, e Giovanni Cannatella, 49 anni. (BlogSicilia.it)

C'era anche Marco Baldini, comico ed ex spalla di Fiorello, nel lungo elenco delle vittime della banda di usurai che la Guardia di finanza ha sgominato a Palermo. Uno degli indagati, al telefono, fa il punto su quante migliaia di euro Marco Baldini dovesse ancora restituire al capo della banda, Cillari, fratello di un boss ergastolano. (ilGiornale.it)

«Sono in uno stato di indigenza totale - disse - e ho poco più di mezzo milione di euro di debiti, ma non sono più debiti di gioco» Si chiama gioco d’azzardo il problema di Marco Baldini che gli ha condizionato la vita e soprattutto la carriera. (Corriere del Mezzogiorno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr