Fiat Panda: un’icona che non passa di moda, con il fenomeno del Tuning

Fiat Panda: un’icona che non passa di moda, con il fenomeno del Tuning
QuattroMania ECONOMIA

Questo però non ferma di certo gli appassionati, che trasmettono la loro passione nelle modifiche più strane, la Fiat Panda è il mezzo più gettonato per questo tipo di personalizzazioni.

Tutti dettagli che donano un aspetto accattivante, tanto che particolari modifiche rendono le linee più sportive e grintose

Una “citycar” con alle spalle anni di successo, ha visto la produzione di più generazioni, come la Fiat Panda 4×4, la terza generazione. (QuattroMania)

Se ne è parlato anche su altri media

Si convenne sulla opportunità di coordinamento con le procure di Roma e Perugia Non ho nulla da aggiungere - così l'ex consigliere del Csm Piercamillo Davigo sui verbali ricevuti da Paolo Storari. (Yahoo Finanza)

Tra le auto più rubate 2020 c’è la Toyota Rav 4. Terza nella classifica delle auto più rubate 2020 c’è la Toyota Rav 4 2.5 Hybrid Active 2WD il cui costo è elevato. Leggi anche: Classifica auto più vendute marzo 2021 e prezzi. (InvestireOggi.it)

Amici…alla Panda esce del fumo solo per iniziare il decollo verticale 🚀 😜#PandaSpaziale pic.twitter.com/4P4LGwjMjH — Lapo Elkann (@lapoelkann_) April 28, 2021. Elkann, però, deve avere poi riflettuto attentemente sullo spot Gli amici di Hyundai nella nuova pubblicità mostrano una Panda per la consegna della pizza 🍕 che va in fumo. (Automoto.it)

Fiat Panda anni '80 presa in giro da Hyundai (e difesa da Lapo)

La querelle sulla Fiat Panda anni ’80 tra Lapo e Hyundai ha scosso il mondo dell’automobilismo. Vi ricordate tutti la Fiat Panda storica anni ’80 vero? (Notiziario Finanziario)

La Fiat Panda era una brutta macchina? Un girone a parte quello delle auto senza senso, ingiudicabili: la FIAT Brava (e quindi l’Alfa Romeo 146), la Lancia HPE, la FIAT Argenta, l’Alfa Romeo 90, la FIAT Tempra… potremmo continuare all’infinito, da osservatori di vetture in coda di fianco e davanti a noi. (Indiscreto)

Forse Hyundai non si aspettava una mobilitazione popolare di tale portata. La prossima volta siamo sicuri che la casa automobilistica coreana farà molta più attenzione (FormulaPassion.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr