Frode fiscale, la Gdf sequestra 20 milioni di euro Dhl

Per saperne di più:
La Sentinella del Canavese INTERNO

L’accusa è di frode fiscale e il sequestro preventivo d’urgenza ordinato dalla procura di Milano di 20 milioni di euro.

Nel mirino degli investigatori del Nucleo di polizia economico finanziaria della Gdf è finita la Dhl, la nota multinazionale che opera nel settore settore dei trasporti e della logistica.

Gli accertamenti, avviati in seguito a una serie di attività ispettive dell’Agenzia delle entrate, hanno permesso di ipotizzare che, negli anni tra il 2018 e il 2020, 1573 lavoratori che si occupano principalmente dell’attività di facchinaggio, non siano stati assunti direttamente dalla società. (La Sentinella del Canavese)

La notizia riportata su altre testate

I lavoratori passavano da una cooperativa all'altra e, nelle varie operazioni, non veniva versata l'Iva. L'operazione, denominata "Mantide", è scaturita da un'indagine del nucleo di polizia economico-finanziaria di Milano e del settore contrasto illeciti dell'Agenzia delle entrate. (MilanoToday.it)

Maxi frode sull'Iva, sequestro da 20 milioni a DHL: non versava i contributi ai lavoratori. Maxi frode sull'Iva, sequestro da 20 milioni a DHL: non versava i contributi ai lavoratori. FINANZA. Maxi frode sull'Iva, sequestro da 20 milioni a DHL: non versava i contributi ai lavoratori. (Gazzetta del Sud)

Secondo la Procura di Milano, così Dhl avrebbe massimizzato i guadagni senza pagare imposte, dirette e indirette, sull’utilizzo di quei lavoratori. Dunque manodopera che non sarebbe dovuta esistere per Dhl o che comunque non avrebbe dovuto lavorare per la multinazionale a certe condizioni. (Today.it)

Milano, sequestrati 20 milioni di euro a Dhl: niente contributi a lavoratori

Ora Dhl dovrà rimuovere le criticità segnalate dall'autorità giudiziaria, che parla di "gravi condotte che agevolano lo sfruttamento dei lavoratori e che determinano pratiche di concorrenza sleale, comporta la emissione, prima e l'utilizzo, poi, di fatture per operazioni soggettivamente inesistenti" Nel procedimento dei pm Giovanna Cavalleri e Paolo Storari, risultano ora indagato l'attuale e il precedente presidente del CdA, Antonio Lombardo e Fedele De Vita. (La Repubblica)

E in seguito era stato creato il "tavolo" per contrastare il fenomeno del caporalato nella logistica Alla stessa Dhl Supply Chain Italy è stata notificata "una informazione di garanzia in tema di responsabilità amministrativa degli enti in relazione agli illeciti penali commessi dai dirigenti". (Tiscali.it)

La guardia di finanza sta eseguendo un sequestro d'urgenza da circa 20 milioni di euro, firmato dai pm Paolo Storari e Giovanna Cavalleri, nei confronti della Dhl Supply Chain Italy spa, società del 'colosso' della logistica, per una presunta maxi frode sull'Iva. (Sky Tg24 )

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr