“Ho ricevuto tante minacce di morte, ci tappezzerò la casa”: le parole di J.K Rowling

“Ho ricevuto tante minacce di morte, ci tappezzerò la casa”: le parole di J.K Rowling
Il Fatto Quotidiano CULTURA E SPETTACOLO

La scrittrice e creatrice della saga di Harry Potter è una ferma sostenitrice dei diritti delle donne biologiche e le sue parole sulle persone transgender hanno fatto discutere non poco.

Tre attivisti per i diritti dei transgender hanno deciso di pubblicare la foto della casa dove abita con la sua famiglia e ora J.K Rowling risponde: “Ho ricevuto così tante minacce di morte che potrei tappezzarci la casa… Non so cosa pensavano di ottenere”, ha sottolineato facendo i nomi dei tre autori del gesto. (Il Fatto Quotidiano)

Ne parlano anche altri media

I manifestanti si erano fatti fotografare davanti all'abitazione della scrittrice con alcuni cartelli, di cui uno riportava la scritta "Trans Liberation Now". (La Nuova Sardegna)

L’autrice ha descritto le azioni del gruppo che ha pubblicato l'immagine che mostra il suo indirizzo come "doxxing" - l'atto dannoso di pubblicare informazioni personali online. Una delle persone coinvolte ha scritto su Facebook: "Ieri abbiamo pubblicato una foto che abbiamo scattato a casa di JK Rowling" (Sky Tg24)

A quanto pare, sostenere – come ha fatto la scrittrice inglese – che solo le donne possono avere le mestruazioni è considerato «discriminatorio». Non solo: indignati dalle intimidazioni verso la Rowling, migliaia di utenti hanno segnalato in massa i post dei tre attivisti trans, tanto che i loro profili social sono stati cancellati. (Il Primato Nazionale)

J.K. Rowling, è ancora polemica: «Ho ricevuto così tante minacce di morte da tappezzarci la casa»

"Dovrebbero invece riflettere", esorta Rowling , "sul fatto che ho ricevuto così tante minacce di morte che potrei rivestirci le pareti di casa ma non per questo ho cambiato idea. I tweet di Rowling , nel giro di poche ore, hanno ricevuto decine di migliaia di reazioni e approvazioni (La Repubblica)

Ma si può davvero licenziare una donna per aver detto che il sesso esiste?”, aveva detto Rowling. Nel 2019 aveva difeso su Twitter una ricercatrice, Maya Forstater, che aveva perso il lavoro per alcuni tweet critici sull’identità di genere: “Vestiti come vuoi. (La Nazione)

Rowling (@jk_rowling) November 22, 2021. Con una lunga serie di Tweet la scrittrice ha rivelato le tante minacce di morte e gli abusi che ha ricevuto assieme alla sua famiglia. La scrittrice ha anche raccontato di aver ricevuto molte lettere di donne che hanno subito minacce di ogni tipo per aver seguito il suo pensiero e si sono rivolte a lei. (Il Mattino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr