Spagna, terza notte di scontri per l'arresto di Hasel. Attacco alla redazione del "Periódico de Catalunya"

La Repubblica ESTERI

Oggi terza notte di scontri, che ha avuto come epicentro Barcellona.

Ma ieri si è anche saputo che una ragazza rimasta ferita negli scontri di martedì notte ha perso un occhio

In qualche caso – la testimonianza è in diversi video postati sui social – la polizia si è accanita contro giovani inermi.

Un agente dei Mossos d'Esquadra, la polizia catalana, è rimasto ferito alla testa da una pietra scagliata contro il finestrino dell'auto. (La Repubblica)

Su altri media

Incidenti, con cariche della polizia, nella centrale Puerta del Sol a Madrid, dove centinaia di persone sono scese in piazza per chiedere la scarcerazione del rapper Pablo Hasel, in prigione da ieri dopo essere stato condannato a 9 mesi per oltraggio alla corona e apologia del terrorismo dopo alcuni tweet contro la monarchia e la polizia. (Il Messaggero)

L’arresto del rapper ha suscitato ampio scandalo e in molti si stanno interrogando su quanto sia reale e concreta la libertà di parola in Spagna. Sono quattro giorni ormai che Barcellona è teatro di proteste e manifestazioni, anche violente, per chiedere la liberazione del rapper Pablo Hasél, arrestato martedì per aver scritto parole offensive verso la Corona Spagnola sui suoi account social. (Business Insider Italia)

Le manifestazioni a Barcellona e a Madrid sono sfociate ieri in atti vandalici e scontri con la polizia. Parole che hanno suscitato l'ira dei partiti di opposizione, che hanno chiesto ai socialisti di rompere l'alleanza con Podemos, e delle forze dell'ordine. (AGI - Agenzia Giornalistica Italia)

Barricate e scontri a Barcellona e Madrid per l'arresto del rapper Hasél: decine di feriti e arresti. Le proteste sono scoppiate per la seconda notte di fila in diverse città spagnole. Condividi. È di 19 arresti e 55 persone ferite, tra cui 35 agenti di polizia, il bilancio della manifestazione di ieri pomeriggio a Madrid contro l'arresto del rapper Pablo Hasel. (Rai News)

Circa 80 persone sono state arrestate e più di 100 sono rimaste ferite (LaPresse)

“L’imprigionamento di Pablo Hasél rende ancora più evidente la spada che pende sopra la testa di tutti i personaggi pubblici che osano criticare apertamente le azioni delle istituzioni statali. REUTERS Supporters of Catalan rapper Pablo Hasel hold signs during a protest against his arrest in Madrid, Spain, February 17, 2021 (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr