Sanremo: per la fine del Ramadan i musulmani affittano un campetto, distanziamento rispettato ma qualche lamentela (Foto e Video)

SanremoNews.it SanremoNews.it (Interno)

Distanziamento sociale rispettato, vie di ingresso e vie di uscita, steward per il controllo della temperatura, gel igienizzante all’ingresso ed autorizzazioni in regola.

Fine del Ramadan a Sanremo al campo sportivo di Pian dei Cavalieri con centinaia di musulmani in preghiera, questa mattina.

Su altre fonti

Nella religione islamica si tratta di un messaggio di buon augurio e si usa per celebrare la fine del periodo del Ramadam, dopo la preghiera finale ad Allah. Tra i commenti social anche quello di Nainggolan, che risponde a Pjanic con "Even to you frero" ("Anche a te fratello"). (Tuttosport)

Al Parco Alessandrino file composte, termoscan e un’attenta sanificazione prima dell’inizio delle celebrazioni islamiche. (Corriere TV)

In occasione della ricorrenza odierna dell'Eid al-Fitr, la Juventus ha pubblicato, attraverso i suoi canali ufficiali, un breve video in cui Miralem Pjanic e Merih Demiral augurano una lieta celebrazione della festività a tutti quanti i tifosi bianconeri di fede musulmana. (Tutto Juve)

A Genova la comunità era solita riunirsi nella darsena del porto antico. Il giorno di Eid al Fitr, che quest’anno ricorre domani, domenica 24 maggio, di solito è celebrata con grandi preghiere e feste collettive, anche all’aperto. (Genova24.it)

Tradotto sarebbe un augurio di buone feste per la fine del Ramadan e dunque la fine del digiuno. Domani, invece, Amadou sarà regolarmente a Trigoria per la ripresa degli allenamenti dopo il giorno di riposo concesso oggi da Fonseca. (ForzaRoma.info)

L’emergenza coronavirus, infatti, non ha permesso di rinnovare l’iniziativa sotto la tettoia di Parco Dora che ogni anno ha accolto migliaia di musulmani ma non per questo hanno deciso di rinunciare.Le porte in via La Salle sono rimaste aperte dalle 7 alle 11,un arco di tempo che ha permesso di far accedere in turni da circa 160 persone i fedeli che aspettavano ordinati in coda, anche con l’aiuto delle forze dell’ordine che hanno controllato, snodandosi in corso Giulio Cesare e anche all’interno massima attenzione per il rispetto delle distanze. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr