Enzo Salvi, aggredito a Ostia: ha difeso il suo pappagallo

Enzo Salvi, aggredito a Ostia: ha difeso il suo pappagallo
Caffeina Magazine Caffeina Magazine (Interno)

rutto momento per Enzo Salvi, aggredito nei pressi di Ostia.

Al momento l’uomo che si è scagliato sull’animale e i due uomini, Salvi e l’amico, non è ancora stato preso.

L’animale che Enzo Salvi porta spesso a volare in quella zona è stato colpito improvvisamente alla testa da una sassata.

La notizia riportata su altre testate

Enzo Salvi ha dichiarato che la faccenda gli ha provocato un grosso spavento, sia per sè stesso ma anche per l’amico e per il pappagallo che erano insieme lui. Brutta avventura per Enzo Salvi, aggredito mentre si trovava ad Ostia Antica insieme al suo pappagallo e ad un amico. (Fidelity News)

Al momento l’uomo non è ancora stato rintracciato dai Carabinieri della compagnia di Ostia, mentre il pappagallo è stato trasportato in una clinica specializzata e ora fortunatamente sta meglio. A quel punto Salvi ha cercato di intervenire per difendere il volatile, ma mentre lo raggiungeva con un suo amico è stato aggredito dall’uomo che successivamente ha fatto perdere le sue tracce. (Notizie.it )

Enzo Salvi ha quindi deciso di condividere sui social un video in cui ha ringraziato tutte le persone che in queste ore gli hanno dimostrato molto affetto e vicinanza per quanto accaduto. Fly, da quando siamo rientrati dalla clinica, lunedì sera, è… Gepostet von Enzo Salvi am Dienstag, 30. (Cinematographe.it - FilmIsNow)

Enzo Salvi in lacrime per il suo pappagallo. “Quello che è successo a Fly è inaudito: una violenza gratuita verso un essere innocente e così meraviglioso. “Pensavo di morire trovandomelo tra le braccia esanime vittima di una violenza inaudita ed ingiustificata“, ha scritto in un altro post condiviso sul suo profilo. (Notizie.it )

Il padrone e addestratore del pappagallo, l’attore Enzo Salvi, è disperato. Quel tipo è sbucato dal nulla e farfugliando qualcosa nella sua lingua ha cominciato a tirargli le pietre addosso. (Corriere della Sera)

Intanto, da oltre due anni, l’ascensore di via Dameta 26 è fermo. Nonostante le ripetute denunce e l’attenzione dei mezzi di informazione, gli appelli degli inquilini della palazzina popolare ‘F1’ di via Dameta 26 sono rimasti inascoltati. (RomaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr