Il sì di Fedriga al green pass: «Chiudere di nuovo farebbe sembrare inutile il vaccino»

Il sì di Fedriga al green pass: «Chiudere di nuovo farebbe sembrare inutile il vaccino»
Corriere della Sera SALUTE

«Il nostro paragone e il nostro obiettivo si focalizzano sui Paesi che sono più avanti con la campagna vaccinale, come la Gran Bretagna.

Comportarsi come quando non esisteva il vaccino significa diffondere la convinzione che il vaccino non serva».

Ritiene che debba esserci reciprocità anche con i Paesi esteri che chiedono il green pass ai viaggiatori italiani?

I vaccini stanno funzionando molto bene contro la malattia grave e la media nazionale dei ricoveri è al 2%. (Corriere della Sera)

La notizia riportata su altre testate

Sono le proposte emerse dagli interventi dei vari governatori alla Conferenza delle Regioni che si è aggiornata a domani. Lo ha detto, al termine della Conferenza delle Regioni, il Presidente Massimiliano Fedriga. (MeteoWeb)

L'obbligo dell'uso del patentino sanitario dovrà dunque esserci per accedere a discoteche e grandi eventi. Al governo la Conferenza delle Regioni ha deciso di mettere sul tavolo il green pass obbligatorio per entrare nei ristoranti solo dalla zona gialla, garantendo l'ingresso "libero" in zona bianca. (Liberoquotidiano.it)

Discorso diverso per il Green Pass, tema che sta animando da giorni lo scontro politico. Nel frattempo, l’Italia ha tagliato il traguardo del 50% della popolazione Over 12 che ha completato il ciclo vaccinale con entrambe le dosi (Il Friuli)

Decreto Covid, Green pass «allargato» e colori delle Regioni: le ipotesi

Fedriga è a favore di un uso regolato e consapevole del greenpass. «Se l'aumento dei contagi è contenuto e le strutture ospedaliere tengono, il green pass può servire alla ripresa dell'attività di discoteche, stadi, organizzazioni di grandi eventi - precisa Fedriga - (Telefriuli)

Lef è uno dei 9 centri di formazione mondiali partecipati da McKinsey, socio paritario di Confindustria alto Adriatico nell'iniziativa. Classi in presenza, parola di ministro. L'impegno di Bianchi esternato durante la visita alla Lef, la fabbrica di eccellenza di Confindustria alto Adriatico di San Vito al Tagliamento. (TGR – Rai)

problemi potrebbero invece esserci sul secondo punto all’ordine del giorno, i criteri per l’utilizzo del green pass, visto che non c’è accordo nella maggioranza. «Il green pass ai ristoranti, con i numeri che abbiamo, sembrerebbe una scelta fuori luogo e incomprensibile. (L'Arena)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr