Ubi, il no del Car non frena Messina «Resto positivo, ma niente aumenti»

L'Eco di Bergamo L'Eco di Bergamo (Economia)

Ubi, il no del Car non frena Messina. «Resto positivo, ma niente aumenti» Il patto di consultazione: «Dobbiamo tutelare l’investimento e la banca con i suoi territori di riferimento».

Il no dei grandi soci di Ubi Banca all’Ops di Intesa ha raffreddato un po’ l’entusiasmo della Borsa nel successo dell’operazione.

La notizia riportata su altri media

E’ quanto riporta Reuters citando due fonti vicine alla banca lombarda, dopo che ieri il patto di consultazione Car, che aggrega circa il 18% del capitale di Ubi, ha fatto sapere di ritenere “irricevibile” l’offerta di Intesa Sanpaolo, così come prospettata. (Finanza Operativa)

In negativo nella prima parte, al momento le azioni Ubi Banca quotano sopra la parità a 4,235 euro (+0,12%). Associazione Azionisti Ubi: da offerta Intesa spunti di sviluppo. L’associazione ha da poco emesso una nota in cui ha valutato “nel complesso positivamente le finalità e i contenuti dell’Offerta pubblica di scambio proposta da Intesa Sanpaolo”. (Money.it)

L’operazione prospettata da Intesa Sanpaolo, con la sponda di Bper e Unipol (che viene definita addirittura l’ops Intesa-Unipol) «come prospettata non è coerente con i valori impliciti di Ubi e dunque inaccettabile». (Corriere Bergamo - Corriere della Sera)

Lunedì si riuniscono i soci degli altri due patti di Ubi, il «Patto dei Mille» (all’1,6%) e il «Sindacato azionisti» (all’8,4%). Lo afferma il viceministro all’Economia, Antonio Misiani, circa l’Ops lanciata da Intesa Sanpaolo su Ubi banca (Corriere della Sera)

I grandi soci di Ubi Banca hanno detto no all'offerta pubblica di scambio presentata da Intesa SanPaolo. "Gli azionisti riuniti nel Car ritengono di dover tutelare, al contempo, il loro investimento e la Banca con i suoi territori di riferimento e si sono impegnati in un progetto di medio e lungo termine", si legge nella nota diramata dai grandi soci al termine della riunione di urgenza,. (Yahoo Finanza)

Tuttavia è difficile che questa possa andare in porto senza l’approvazione del principale gruppo di azionisti UBI. Gli svantaggi dell’operazione. Il comunicato del Car, il gruppo, creato dal patto di consultazione, che detiene il 17,8% delle quote di UBI Banca è stato chiaro: l’offerta di Intesa Sanpaolo è stata giudicata del tutto inadeguata. (Starting Finance)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.