Covid, l’indiscrezione sulla circolare per non contare gli asintomatici tra i ricoverati

Covid, l’indiscrezione sulla circolare per non contare gli asintomatici tra i ricoverati
Il Fatto Quotidiano INTERNO

“Fermo restando quanto riconosciuto ieri dall’Istituto Superiore di Sanità – prosegue la nota – è ovviamente sempre aperta l’interlocuzione con le Regioni”.

Quella riportata dall’agenzia di stampa, risulta da fonti ministeriali, è una bozza di lavoro suscettibile di cambiamenti.

Le richieste delle Regioni sono variegate: si va dalla riduzione della quarantena per i contagiati vaccinati e senza sintomi fino all’esclusione tout court dal conteggio dei casi positivi

“Relativamente alle odierne indiscrezioni di stampa si afferma che nessun atto formale è stato disposto al momento da parte del ministero della Salute”. (Il Fatto Quotidiano)

Su altre fonti

“Il nuovo sistema per rendicontare i pazienti ricoverati per Covid-19 richiesto dalle Regioni prevede una ‘contabilizzazione’ separata tra pazienti ospedalizzati per Covid-19 e pazienti ricoverati per altre patologie, con infezione da SARS-CoV-2 ma asintomatici per Covid-19”, spiega Nino Cartabellotta, presidente Fondazione GIMBE. (Clicmedicina)

Tanto vale togliere il sistema delle Regioni a colori”. Di conseguenza, risulta molto difficile immaginare la gestione degli ‘asintomatici’ senza risorse aggiuntive, in particolare locali e personale” (Città della Spezia)

In secondo luogo, è inapplicabile per ragioni organizzative: la gestione di tutti i pazienti SARS-CoV-2 positivi, indipendentemente dalla presenza di sintomi correlati alla COVID-19, richiede personale, procedure e spazi dedicati, oltre alla sanificazione degli ambienti. (PharmaStar)

“Conteggio ricoverati Covid? Chiediamo misure di controllo dell'epidemia, non operazioni di maquillage”

Come già ribadito dall’Istituto superiore di sanità (Iss), il numero di casi sintomatici non può essere scorporato da quello degli asintomatici. Governo e Regioni continuano a lavorare per apportare alcune modifiche al bollettino sull’epidemia, in particolare sui criteri da seguire nel conteggio dei ricoveri per Covid. (Il Sussidiario.net)

Il Cts contraria al cambio. Il bollettino che dà conto dei casi di Covid deve rimanere invariato. L’eventuale modifica dei criteri sul conteggio dei ricoverati positivi al Covid “non funziona. (Quotidiano di Sicilia)

Assistiamo, in questi giorni, a causa dell’elevato numero di contagi, alla riconversione di interi reparti, al dirottamento del personale sui pazienti positivi Professionisti che si sentono, appunto, soli, mentre anche le Istituzioni pubbliche perseguono il pur comprensibile obiettivo di evitare nuove misure restrittive. (OssolaNews.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr