Caro bollette, il governo punta a tagliare il 30% degli aumenti

Il Sole 24 ORE ECONOMIA

Stavolta le stime parlano di incrementi in bolletta del 40% per la luce e di circa il 31% per il gas.

Per la cronaca, allora circa 700 milioni erano arrivati dalle aste CO2 e 500 milioni erano stati recuperati da risorse residue sul bilancio dello Stato

Governo a caccia di 3 miliardi. Per questa riduzione dell’impatto sui consumatori finali occorrerebbe comunque una cifra molto consistente, tra i 2 e i 3 miliardi, sulle cui coperture lavora il Mef. (Il Sole 24 ORE)

La notizia riportata su altre testate

Si partirebbe, dunque, con uno stanziamento corposo, una cifra non indifferente per le casse pubbliche: oltre il doppio rispetto agli 1,2 miliardi che hanno smorzato a luglio la fiammata dell’elettricità. (Sky Tg24 )

Gli italiani sono impauriti dalle notizie circa la prossima stangata sui costi delle bollette per luce e gas. Bollette per luce e gas, la stangata in arrivo in autunno. La natura di questo aumento monstre sui costi delle bollette energetiche deriva da una serie di fattori. (Tecnoandroid)

La Francia vuole introdurre un voucher da 150 euro l’anno per abbattere i costi delle bollette In parallelo, si lavora a una riforma strutturale del sistema. (Nanopress)

Altra strada sarebbe invece quella di un intervento una tantum, con un provvedimento ad hoc che vale 3 miliardi di euro, per ridurre i cosiddetti oneri generali di sistema in bolletta. Sta di fatto che le aliquote degli oneri generali da applicare a tutte le tipologie di contratto sono distinte in oneri generali relativi al sostegno delle energie rinnovabili e alla cogenerazione (Asos) e oneri generali rimanenti (Arim). (Today.it)

Aspettando l’intervento del governo, riprendiamo un’interessante sintesi del Sole24Ore, che tenta di fare luce sulle principali voci in bolletta per capire cosa paga un cliente tipo della maggior tutela, famiglia e microimpresa. (Immobiliare.it News)

Quindi i titoli favoriti dal boom dei prezzi dell’energia, non sono solamente quelli legati all’elettricità ma anche quelli legati al prezzo del petrolio. Questo scenario di incremento dei prezzi nei prossimi mesi, lascia pensare che i titoli del settore dell’energia saranno favoriti in Borsa. (Proiezioni di Borsa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr