Mercato europeo: giugno in crescita, ma i livelli pre-Covid sono lontani - Quattroruote.it

Quattroruote ECONOMIA

Dunque, il mercato britannico ha chiuso il mese di giugno in crescita del 28%.

La domanda di auto nuove in Europa mostra timidi segnali di ripresa anche a giugno anche se i livelli pre-covid rimangono ancora molto lontani.

Il gruppo Volkswagen si conferma il leader del mercato europeo con 345.633 immatricolazioni (il 26,1% in più rispetto a un anno fa)

Anche i dati del primo semestre mostrano una crescita a doppia cifra: le immatricolazioni, pari a 6.486.351 unità, risultano in crescita del 27,1%. (Quattroruote)

Su altre testate

The post Smartwatch FAVOLOSO: un affare su Amazon (-23%) appeared first on Punto Informatico. | Read More | Punto Informatico. Advertisements Loading (HelpMeTech)

I dati del mercato auto europeo di giugno indicano un calo delle immatricolazioni del 14% rispetto a giugno 2019 (e un contenuto aumento del 13,3% su giugno 2020), che fa salire a 1.941.288 la perdita di vetture nei primi sei mesi dell’anno (-23%) rispetto al livello pre-pandemia del 2019. (Quotidiano Motori)

Mercato auto in Europa, poco più di 1 milione sono state vendute solo in UE. Mercato auto in Europa: le vendite sono aumentate del 10,4% a giugno 2021. Nei primi sei mesi del 2021, la domanda di nuove auto in Europa è cresciuta del 25,2%, raggiungendo quasi 5,4 milioni di immatricolazioni che passano a circa 6,5 considerando Unione Europea + EFTA + Regno Unito. (ClubAlfa.it)

Fonte MarketInsight Le vendite di auto del gruppo Stellantis a giugno sono aumentate dell’11,5% a oltre 258mila in Europa, secondo i dati diffusi dall’associazione dei costruttori europei Acea. (Il Cittadino on line)

Semestre in positivo anche per Ford (+9,6% laddove a giugno ha fatto registra e-28,9%), Volvo (+29,8% a fronte di un -6,0% a giugno), Nissan (+3,5% “contro” -18,0% a giugno). (Autoblog)

Nel primo semestre dell’anno il totale sale a 6.486.351 immatricolazioni, in crescita del 27,1% sull’analogo periodo dell’anno scorso, condizionato sicuramente dal Covid. Ma i dati di Acea, l’associazione dei costruttori europei dell’auto, rivelano che le quattro ruote sono ancora lontane dal tornare sui livelli pre-Covid: manca ancora un quarto di fatturato. (FIRSTonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr