L'INCHIESTA ROMA Dall'Eni all'Ilva, agli appalti per la bonifica del territorio.

L'INCHIESTA ROMA Dall'Eni all'Ilva, agli appalti per la bonifica del territorio.
Il Gazzettino INTERNO

L'avvocato siciliano, al centro delle indagini e degli scandali che negli ultimi anni hanno travolto anche il Csm, è l'uomo che un anno fa ha raccontato ai pm milanesi dell'esistenza della loggia Ungheria provocando

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati. L'INCHIESTAROMA Dall'Eni all'Ilva, agli appalti per la bonifica del territorio.

Il sistema di Piero Amara, quello che il gip di Potenza definisce «un estesissimo network di rapporti e relazioni» aveva raggiunto anche Taranto (Il Gazzettino)

Su altri giornali

Determinanti le testimonianze dei pm di Trani (La Repubblica)

Le misure disposte dal Gip riguardano l’avvocato siciliano Pietro Amara, già avvocato e consulente dell’ex Ilva, il poliziotto Filippo Paradiso, entrambi finiti in carcere, l’avvocato del Foro di Trani Giacomo Ragno e Nicola Nicoletti, già consulente esterno della struttura commissariale dell’ex Ilva, entrambi agli arresti domiciliari. (Trani news24city)

Amara, arrestato nell’ambito di un’inchiesta della Procura della Repubblica di Potenza sull’ex Ilva, è stato “soggetto attivo della corruzione in atti giudiziari sia a Trani che a Taranto“. L’avvocato è pure al centro di un’inchiesta della Procura di Milano sul cosiddetto “falso complotto Eni”. (Fivedabliu)

Ex Ilva, arrestato l'avvocato Piero Amara

AgenPress – Sono quattro le persone arrestate, due in carcere e due ai domiciliari, dalla Guardia di Finanza e dalla Polizia nell’ambito di un’inchiesta della Procura della Repubblica di Potenza, competente sui magistrati del distretto di Taranto e Brindisi. (Agenpress)

Quel rapporto che tra l’ex procuratore e l’avvocato Amara esisteva già dal 2014 In carcere sono finiti l’avvocato Amara e l’agente di polizia, Filippo Paradiso. (TRM Radiotelevisione del Mezzogiorno)

Il nome di Piero Amara venne suggerito alla famiglia Riva, si legge nell'ordinanza, ma l'indicazione venne accantonata per i guai giudiziari in cui già si trovava l'avvocato. Riferiva in particolare che la sollecitazione relativa ad Amara gli fu avanzata, tra luglio e settembre del 2016, quando era stato già nominato Capristo Procuratore a Taranto (Tiscali.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr