Torino: fermato l’assassino di Mohammad Ibrahim

http://gazzettadalba.it/ INTERNO

Dennis Bellonio

Tra le motivazioni che hanno spinto il bengalese, di poco più grande della vittima, a sgozzare il 25enne con un coltello da macellaio potrebbe esserci anche un debito non saldato.

volta nelle indagini sull’omicidio di Mohammad Ibrahim, il 25enne bengalese ritrovato morto nel proprio appartamento, sito in corso Francia, nella notte di martedì: nella mattinata odierna, i Carabinieri hanno arrestato un connazionale della vittima, appena arrivato alla stazione di Porta Nuova (http://gazzettadalba.it/)

Ne parlano anche altre testate

LA VICENDA - Varie volte Mostafa ha chiesto indietro la somma, visto che il 'pattò non era stato rispettato. «Abbiamo ritrovato il coltello, il cordoncino di nylon - spiega Mitola - e gli abiti lavati, che abbiamo riconosciuto grazie alle immagini» (ilmessaggero.it)

Bloccato nella mattinata alla stazione di Porta Nuova l’assassino di Mohamed Ibrahim, il 25enne del Bangladesh decapitato ieri nella sua abitazione di corso Francia. Stando alla ricostruzione della polizia scientifica, Mohamed, dopo essere stato tramortito, è stato decapitato con un grosso coltello da macellaio. (la VOCE del TRENTINO)

Da quanto si apprende, l'assassino ha utilizzato un'arma da taglio, colpendo con estrema violenza il ragazzo tanto da decapitarlo, quindi si è dato alla fuga. Continuano senza sosta le indagini della polizia sull'omicidio del 25enne originario del Bangladesh ucciso la scorsa notte nell'appartamento in cui viveva in affitto. (newsbiella.it)

è stato rintracciato dagli agenti della Squadra Mobile di Torino all’interno della stazione ferroviaria di Torino “Porta Nuova” questa mattina. Il movente del delitto, secondo quanto sin qui emerso, sarebbe di natura economica, in quanto collegato ad un debito maturato dalla vittima nei confronti del fermato e non ancora onorato. (ObiettivoNews)

Il bengalese ucciso e il suo presunto assassino vivevano in Italia dal 2014. Non ha poi voluto rivelare altro, ha ribadito di essere sconvolto e di avere mal di testa. (VNews24)

La perquisizione, effettuata a suo carico, ha portato al sequestro di capi di abbigliamento e di altri elementi di sicuro rilievo probatorio, ivi compreso un grosso coltello da cucina adoperato quale arma del delitto. (Il Torinese)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr