Il futuro è ad idrogeno? "L’Italia può arrivare a un milione di tonnellate annue"

Today ECONOMIA

Un investimento importante, tale da poter davvero rilanciare il ruolo dell’Italia nella pianificazione energetica europea del futuro, ma non così inaspettata

Su 10 milioni di tonnellate all'anno, probabilmente il target italiano potrebbe arrivare al 2030 ad una tonnellata all'anno".

A dirlo è il professor Livio de Santoli, Prorettore per la Sostenibilità all’Università Sapienza di Roma e presidente del Coordinamento Free, che raccoglie varie associazioni operative nel campo delle fonti rinnovabili ed efficienza energetica. (Today)

Ne parlano anche altri giornali

La rete sarà ottenuta attraverso la riconversione di quella attuale del gruppo gas. Gli investimenti partiranno nel 2025 e la rete sarà finita entro il 2030. (Adnkronos)

Allo studio la quotazione di De Nora, ma non di Stogit (La Repubblica)

Per primo si rende necessaria la realizzazione di reti energetiche sempre più destinate ad accogliere gas rinnovabili e idrogeno, istituendo dei centri di stoccaggio di energia, potenziati da progetti per la transizione energetica. (Redazione Imprese News)

Con l’obiettivo di supportare il raggiungimento di zero emissioni nette, come sottoscritto da 197 Paesi del mondo all’ultima Cop26 di Glasgow, un traguardo che Snam punta a centrare nel 2040, alzando dal 45 al 55% il taglio di emissioni di metano entro il 2025 e con target di riduzioni di emissioni, prima societ in Europa, anche per partecipate e fornitori (Scop3) al 2030 (GameGurus)

Quello di Snam è un esempio dell’intervento industriale privato nella transizione energetica come auspicato dal premier Mario Draghi in diverse circostanze Snam sia per il settore che presidia, sia per una strategia, non banale, di investimenti nella rete, nello stoccaggio e in progetti green, ha notevoli competenze. (Avanti!)

Per smentirla, oggi, è intervenuto anche Marco Alverà, amministratore delegato di Snam, che ha spiegato: “Non confondiamo la transizione ecologica con il caro energia e con l’aumento del prezzo del gas in Europa. (TeleAmbiente TV)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr