Palermo: maltrattamenti ai danni di anziani, 4 arresti in una casa di riposo

Palermo: maltrattamenti ai danni di anziani, 4 arresti in una casa di riposo
Monreale News INTERNO

In meno di due mesi sono state, infatti, registrate decine di episodi di vessazioni e angherie attuate sistematicamente a danno degli anziani costretti a vivere in uno stato di costante soggezione e paura.

Le indagini dei finanzieri del Nucleo di Polizia economico - finanziaria di Palermo - Gruppo Tutela Mercato Capitali, avviate grazie alla segnalazione di un’ospite della casa di riposo, si sono sviluppate attraverso specifiche attività di intercettazione delegate dalla Procura della Repubblica, che hanno consentito di documentare fin da subito episodi di maltrattamento, fisico e psicologico, ai danni degli anziani. (Monreale News)

Su altri media

"Un vero e proprio regime di vita mortificante ed insostenibile, fatto di continue ingiurie e minacce ("ti prendo a bastonate, t'ammazzo a legnate", "cosa inutile, prostituta…devi buttare il sangue qua e devi morire", "tanto se muori che mi interessa"), e violenze fisiche (calci, schiaffi, strattonamenti, nonché intimidazioni per costringere gli anziani a stare seduti)", dicono le Fiamme gialle. (IL GIORNO)

Le intercettazioni mostrate nel video diffuso dalla guardia di finanza mostrano l’orrore che si consumava nella casa di riposo ” I nonnini di Enza ” di viale Lazio a Palermo. Agli anziani venivano rivolti insulti e. (Risoluto)

Con queste parole il comandante provinciale della finanza, Antonio Quintavalle Cecere, ha commentato l’indagine - coordinata dal Dipartimento fasce deboli della Procura di Palermo - che ha portato agli arresti dell’amministratore e di tre dipendenti della casa di riposo di Palermo «I nonnini di Enza». (La Sicilia)

"T'ammazzo, ti prendo a legnate": anziani picchiati e maltrattati, la casa di riposo lager

Un amministratore e tre dipendenti della onlus “I nonnini di Enza” sono quindi finiti agli arresti domiciliari per maltrattamenti, lesioni personali e violazioni in materia di tutela della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro. (Il Fatto Quotidiano)

Sono i reati contestati a vario titolo dalla Guardia di finanza di Palermo a quattro persone, tutte residenti nel capoluogo siciliano, agli arresti domiciliari perché ritenute responsabili di vessazioni ad angherie sistematiche nei confronti degli ospiti di una casa di riposo. (AGI - Agenzia Italia)

"Ti prendo a bastonate, t'ammazzo a legnate", "cosa inutile, prostituta. devi buttare il sangue qua e devi morire", "tanto se muori che mi interessa", sono solo alcune delle frasi rivolte agli ospiti della struttura, che. (L'Unione Sarda.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr