Dal 2017, 60 miliardi di euro in crypto sono passati per la 'blockchain island' Malta

Cointelegraph Italia ECONOMIA

Circa 60 miliardi di euro in criptovalute sono passati per Malta da quando il piccolo Stato nel Mediterraneo ha adottato nel 2017 la sua strategia “blockchain island,” ha riferito domenica il Times of Malta.

“Stiamo abbandonando l’idea della Blockchain Island, vogliamo diventare una Digital Island

Nel 2018, diverse società blockchain hanno stabilito le proprie operazioni a Malta, tra cui l’exchange di criptovalute Binance, in vista di leggi più favorevoli. (Cointelegraph Italia)

Su altre fonti

Nel caso di Revolut questa implementazione è a livello di piattaforma: Revolut gestisce una serie di hot wallet (online, quindi) e cold wallet, usati come deposito delle chiavi private Questo non significa che si sia perso l’interesse nelle criptovalute, che continuano a venire scambiate sulle piattaforme di trading dedicate. (Business Magazine)

Ora il prezzo Otc è salito a 4,38 dollari, ovvero quasi quattro volte e mezza quello di fine 2020, con una capitalizzazione di mercato di 638 milioni di dollari, curiosamente non molto distante dai circa 700 milioni di quella del Bitcoin. (Bluerating.com)

Titan era una criptovaluta prodotta dall’azienda Iron Finance attraverso la blockchain. Questo legame consentiva a Titan di assumere maggior valore man mano che Iron, Circle e Coinbase diffondevano l’USDC. (Tom's Hardware Italia)

L'hash rate è già diminuito significativamente dopo che il governo del Sichuan ha annunciato che avrebbe fatto chiudere tutte le mining farm nella regione." Il crollo dell'hash rate e della redditività del mining è probabilmente dovuto alle azioni di repressione attualmente in corso in Cina. (Cointelegraph Italia)

L’accordo è fuori discussione, anche se i giudici…. Ormai l’accordo tra Ripple e SEC sembra essere fuori discussione. Una dilatazione dei tempi che per molti è ovvia, ma che lascia insoddisfatto chi credeva che la questione fosse ormai in procinto di chiudersi. (Criptovaluta.it)

Il governatore della banca centrale russa, Elvira Nabiullina, ha ribadito la posizione negativa dell'istituzione durante un'intervista con Komsomolskaya Pravda, affermando che le criptovalute sono uno degli investimenti più pericolosi attualmente esistenti sul mercato. (Cointelegraph Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr