Myanmar, migliaia in strada sfidano la giunta. L'essercito minaccia l'uso della forza

Myanmar, migliaia in strada sfidano la giunta. L'essercito minaccia l'uso della forza
Per saperne di più:
La Repubblica ESTERI

Manifestazioni oceaniche si sono viste oggi nella principale città del Paese Yangon, nella capitale Naypyidaw e a Mandalay, come riporta 'Frontier Myanmar'.

Sin dalla mattina le principali arterie di Rangun, Naypyidaw, Mandalay e altre città sono state occupate dai manifestanti, che chiedono il ripristino della democrazia e il rilascio dei prigionieri politici.

anifestazioni di massa in tutto il Myanmar, dove nonostante i divieti imposti dalla giunta militare si continua a scendere in piazza contro il golpe del primo febbraio. (La Repubblica)

Su altre fonti

Myanmar, proteste di massa in tutto il Paese (Di lunedì 22 febbraio 2021) Manifestazioni di massa in tutto il Myanmar, dove nonostante i divieti imposti dalla giunta militare si continua a scendere in piazza contro il golpe del primo febbraio. (Zazoom Blog)

- (PRIMAPRESS) Chiunque risponda con violenza a proteste pacifiche deve renderne conto", si legge nel comunicato firmato da Usa, Canada, Francia, Germania, Gran Bretagna, Giappone e Italia. (PrimaPress)

Ad affermarlo è lo storico Thant Myinth-U, esperto delle vicissitudini del Myanmar. Myanmar, l’opposizione del popolo che i generali non avevano previsto. (LettoQuotidiano)

Birmania: decine migliaia in piazza sfidano minacce giunta

Scende anche il reddito di Mara Carfagna, ministro del Sud con Draghi, anche se solo di 406 euro. L'azzurra nel 2005 dichiarava un reddito imponibile di 131.256 euro, appena superiore ai 130.850 dell'imponibile 2019. (Yahoo Notizie)

La giunta militare birmana ha inasprito i toni, dopo un fine settimana di sanguinose violenze, avvertendo i manifestanti che rischieranno la morte. Il relatore speciale delle Nazioni Unite per i diritti umani in Birmania, Tom Andrews, si è detto profondamente preoccupato per queste minacce. (OggiNotizie)

Proteste di piazza si registrano anche nelle città di Myitkyina e Dawei. Molti uffici pubblici e banche sono inoltre paralizzati dalla campagna di disobbedienza civile. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr