Decreto Sostegni bis, in arrivo la nuova misura: come sarà strutturata e a chi andranno gli aiuti

Fanpage.it ECONOMIA

Claudio Durigon, sottosegretario all'Economia, ha anticipato al Sole 24 Ore alcuni dettagli del nuovo provvedimento a cui sta lavorando.

La struttura del nuovo decreto, però, cambierà ulteriormente rispetto al dl Sostegni (che aveva eliminato il criterio dei Codici Ateco utilizzando nei decreti Ristori del governo Conte).

Nel nuovo decreto legge, però, ci saranno novità anche per ciò che riguarda il blocco degli sfratti e le cartelle fiscali

Il nuovo provvedimento, che si chiami Sostegni bis o Imprese – come hanno concordato Letta e Salvini -, andrà discusso e approvato più velocemente possibile. (Fanpage.it)

Ne parlano anche altre fonti

L’auspicio del governo è che, grazie ad andamenti epidemici ed economici sempre più positivi nei prossimi mesi, questo sia l’ultimo intervento di tale portata”. Grazie a questo ulteriore intervento i sostegni a famiglie e imprese erogati sin qui nel corso del 2021 raggiungerebbero il 4% del Pil, dopo il 6,6% dello scorso anno. (LaPresse)

Lo scrive su Twitter il segretario Pd Enrico Letta (LaPresse) – “Il governo Draghi annuncia uno scostamento di 40 miliardi per interventi su imprese, lavoro, professioni. (LaPresse)

Lo scostamento di bilancio che il governo si appresta a varare in Cdm alle 11.30 lievita oltre la cifra precedentemente autorizzata, 32 miliardi, portando così verso il 10% il disavanzo per il 2021 indicato nel Def che invece dovrebbe essere approvato dal governo giovedì. (LaPresse)

Discussi i termini del quadro economico e del nuovo debito senza approvare i provvedimenti. E’ terminato a palazzo Chigi dopo circa un’ora e 45 minuti il Consiglio dei ministri che ha esaminato il Documento di economia e finanza e la richiesta di scostamento di bilancio che saranno approvati in una nuova riunione attesa per domani. (LaPresse)

(LaPresse) – Discussione in corso in Consiglio dei ministri sulla richiesta di scostamento di bilancio di 40 miliardi proposta dal ministro dell’Economia Daniele Franco. Non è escluso che la riunione di oggi si limiti a definire i termini del quadro economico e del nuovo debito e non approvi la richiesta di scostamento al Parlamento che invece sarebbe nuovamente esaminata in una riunione del Cdm che dovrebbe essere convocata domani mattina per il via libera anche al Documento di economia e Finanza (LaPresse)

Leggi regionali; Varie ed eventuali”. È quanto si legge in una nota di Palazzo Chigi (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr