Di Maio apre la corsa al centro. Dibba a Conte: via dal governo

Di Maio apre la corsa al centro. Dibba a Conte: via dal governo
Altri dettagli:
Avvenire INTERNO

E nel Carroccio molti ricordano la pizza «almeno una volta al mese» che Di Maio e Giorgetti consumano insieme dai tempi del primo governo Conte.

In molti vogliono capire Di Maio dove posiziona la sua creatura

Il Pd ha l’anima riformista in trincea perché vorrebbe aprire un dialogo esclusivo con il ministro degli Esteri, abbandonando Giuseppe Conte.

Nessun doppio incarico per gli esponenti che hanno già un ruolo istituzionale mentre il coordinatore politico sarà l’ex ministro Vincenzo Spadafora. (Avvenire)

Ne parlano anche altri giornali

IpF, Di Maio: "Ho preso le distanze da M5S che si sta radicalizzando sempre di più" 23 giugno 2022. "Io ho preso le distanze da un progetto che si sta radicalizzando sempre di più ma per quanto mi riguarda tra pochi mesi i cittadini saranno chiamati a votare e decideranno" così il ministro degli Esteri Luigi Di Maio alle domande dei cronisti al termine della prima riunione dei gruppi di Camera e Senato di Insieme per il Futuro. (Il Sole 24 ORE)

Ipf, Di Maio: "Non è partito personale" 23 giugno 2022. "Si sta dimostrando un progetto molto attrattivo, con tante altre persone che stanno per arrivare", ha aggiunto. (Il Sole 24 ORE)

Insieme per il futuro: ruoli di spicco per Spadafora, Di Stasio e Di Nicola. Nel corso dell’assemblea sono stati eletti capigruppo alla Camera, Iolanda Di Stasio; al Senato, Primo Di Nicola. Il ministro degli Esteri ha anche ringraziato Vincenzo Spadafora e Giuseppe L’Abbate, nominati rispettivamente coordinatore politico e responsabile del manifesto politico di Insieme per il Futuro. (StrettoWeb)

Di Maio debutta col nuovo gruppo e annuncia "Arriveranno altri". Azzolina in pole

E ora è pronta a salpare verso il mare aperto, sulla rotta della «stabilità del governo» e dello «stop alle ambiguità in politica estera». «È ora di farla finita con la politica dei selfie. (ilmessaggero.it)

Il leader e attuale ministro degli Esteri, ha detto: «I nostri gruppi parlamentari daranno stabilità al governo. L’assemblea dei parlamentari ha quindi eletto Pasquale Maglione presidente vicario, Maria Luisa Faro vicepresidente, Gianluca Vacca tesoriere (Corriere della Sera)

Andiamo avanti e guardiamo avanti, questo è un progetto molto attrattivo, nelle prossime ore arriveranno altre persone». Se Di Maio mettesse a segno questi colpi, Grillo potrebbe anche decidere di riprendersi il simbolo e congelare il M5s. (ilGiornale.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr