Torino: forse un matrimonio combinato dietro l'omicidio del lavapiatti. Arrestato l'assassino

Torino: forse un matrimonio combinato dietro l'omicidio del lavapiatti. Arrestato l'assassino
Approfondimenti:
La Repubblica INTERNO

È stato arrestato nella notte dalla polizia l’assassino del giovane lavapiatti originario del Bangladesh decapitato martedì sera in un appartamento a Torino.

L'altra sera era il suo giorno libero e verso le sette ha salutato il coinquilino che invece andava a lavorare al ristorante

Qui aveva trovato un posto come lavapiatti nella pizzeria Donna Margherita a Collegno, dove lavora anche il suo coinquilino. (La Repubblica)

Su altre fonti

L’accanimento sul corpo, ipotizzano gli investigatori, per simboleggiare il massimo disprezzo nei confronti della vittima Stando alla ricostruzione della polizia scientifica, Mohamed, dopo essere stato tramortito, è stato decapitato con un grosso coltello da macellaio. (la VOCE del TRENTINO)

A dare l'allarme è stato il coinquilino del 25enne, che rientrando in casa ha notato il cadavere dell'amico riverso per terra. Da quanto si apprende, l'assassino ha utilizzato un'arma da taglio, colpendo con estrema violenza il ragazzo tanto da decapitarlo, quindi si è dato alla fuga. (TorinOggi.it)

Secondo quanto riportano gli investigatori, tra il presunto autore dell’omicidio e la vittima c’era un accordo affinché Mostafa Mohamed sposasse una congiunta della vittima Alla base del gesto ci sarebbe un prestito ancora non precisamente quantificato, ma fra i 1.200 e i 4mila euro. (LaPresse)

Torino – Ragazzo decapitato in casa, fermato uomo sospettato dell'assassinio

Frasi che Mostafa ha pronunciato di fronte ai pubblici ministeri Marco Sanini e Valentina Sellaroli e ritenute, di fatto, una vera e propria confessione indiretta. Ma qual è il movente alla base di quest’uccisione? (Il Sussidiario.net)

La giovane era priva di documenti e, pertanto, è stata accompagnata al Comando di via Bologna per l’identificazione. I ‘civich’, insieme alle due ragazze, si sono recati sul luogo dell’aggressione e, su loro indicazione, hanno individuato la ragazza aggreditrice. (torinonews24.it)

Pertanto, insieme ad altri giovani, la ragazza avrebbe riversato sulla giovane una serie di percosse e successivamente l’avrebbe anche tirata per i capelli. I ‘civich’, insieme alle due ragazze, si sono recati sul luogo dell’aggressione e, su loro indicazione, hanno individuato la ragazza aggreditrice. (torinonews24.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr