Armi e droga del clan, blitz in atto: 20 arresti

Armi e droga del clan, blitz in atto: 20 arresti
Per saperne di più:
Edizione Napoli INTERNO

Dalle prime ore di oggi nel capoluogo partenopeo la Polizia di Stato, con il coordinamento della Procura Distrettuale Antimafia presso il Tribunale di Napoli, sta eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 20 persone, gravemente indiziate di associazione finalizzata al traffico e spaccio di stupefacenti, aggravata dal carattere transnazionale, e detenzione illegale di armi da fuoco

Operazione in corso di Dda e polizia a Napoli. (Edizione Napoli)

Se ne è parlato anche su altri media

Nel corso delle attività di indagine sono stati sequestrati oltre 44 Kg di cocaina e 215 Kg di hashish Le indagini hanno consentito di individuare le diverse modalità, particolarmente articolate, di importazione della sostanza stupefacente utilizzate dall’organizzazione criminale per introdurre illecitamente la cocaina nel territorio dello Stato. (Cronache della Campania)

In particolare, sono stati arrestati alcuni corrieri che trasportavano la cocaina sotto forma di ovuli, ingeriti nei Paesi di provenienza, prima di giungere in Italia a bordo di aerei di linea. (ROMA on line)

La polizia ha sequestrato, a Marano di Napoli, un laboratorio all’interno del quale si procedeva alla estrazione della cocaina da capi di abbigliamento. Gli indumenti erano infatti stati intrisi di cocaina allo stato liquido in laboratori allestiti in Perù e, una volta in Italia, venivano appositamente trattati con particolari procedimenti che consentivano di ottenere nuovamente la cocaina in polvere, pronta per essere immessa sul mercato. (Tuscia Web)

Droga nascosta nel caffè, 15 arresti

Dalle prime ore di oggi infatti nel capoluogo partenopeo la Polizia di Stato, con il coordinamento della Procura Distrettuale Antimafia presso il Tribunale di Napoli, sta eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 20 persone. (Cronache della Campania)

IL RAID Napoli, rapina lampo alle poste dei Colli Aminei: nel parco vigilanza. Un canale di approvvigionamento di cocaina dal Brasile, dal Perù e dalla Spagna fino al porto di Napoli. (Il Mattino)

Gli arresti sono scattati dopo una lunga indagine iniziata nel giugno del 2017 a seguito del sequestro di 25 chili di cocaina nascosti in un carico di caffè importato dal Brasile e giunto nel porto di Napoli all’interno di un container. (il Giornale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr