«Il semaforo c'è!»

Ticinonline ESTERI

Con Scholz designato al ruolo di successore di Angela Merkel, alla numero uno del partito ambientalista, Annalena Baerbock, dovrebbe invece toccare la guida del ministero degli Esteri.

Sempre ai verdi dovrebbe spettare, stando alle anticipazioni dell'Ansa, anche il nuovo "superministero" dell'economia e della protezione del clima - che sarà un punto centrale nella politica dell'esecutivo "semaforo" - mentre il ministero della Salute viene attribuito ai socialdemocratici

«Il Semaforo c'è». (Ticinonline)

Ne parlano anche altri media

L’accordo di coalizione promette il punto di svolta di cui abbiamo urgente bisogno». Il crollo dei profitti del carbone ha reso il carbone antieconomico e significa che sovvenzionare il carbone tedesco sarebbe un intollerabile spreco di denaro pubblico. (WelfareNetwork)

Secondo il liberale Christian Lindner, «Olaf Scholz sarà un cancelliere forte per la Germania» L’ufficialità è arrivata dal leader del centrosinistra Olaf Scholz che ha confermato la creazione del nuovo esecutivo composto da socialdemocratici (Spd), Verdi e liberali (Fdp). (La Stampa)

La domanda che ci pone ora è: che ruolo potrà ritagliarsi l’Italia (e in particolare Mario Draghi) in Europa? Tag:. Angela Merkel. Germania. Governo. Mario Draghi (Newsby)

Mentre il vice di Scholz, il verde Robert Habeck (i nomi non sono ufficiali, li ha fatti trapelare la stampa) avrà una delega nuova che unisce Economia e Clima. Tanto che ieri hanno rifiutato compatti il lockdown proposto da Angela Merkel, che li aveva convocati per imporlo subito nel pieno di un’emergenza Covid ormai fuori controllo. (Quotidiano.net)

Ma la presidente della Caritas ha anche espresso delle perplessità per le barriere etiche in materia di protezione della vita che non sono sufficientemente visibili: “;i auguriamo che all’inizio e alla fine della vita la tutela della vita umana e della dignità umana abbia la massima priorità anche nella nuova legislatura” Per la Caritas “è positivo che le persone particolarmente vulnerabili siano considerate” (persone che ricevono benefici sociali, persone indebitate, persone con disabilità, migranti nei campi per rifugiati alle porte dell’Europa). (Servizio Informazione Religiosa)

Nell’accordo è stato stabilito che i figli nati da genitori stranieri in Germania possono ottenere la cittadinanza tedesca a condizione che uno dei genitori risieda legalmente in Germania per cinque anni. (TRT)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr