Paul McCartney: "Fu John Lennon a voler sciogliere i Beatles, non io"

Paul McCartney: Fu John Lennon a voler sciogliere i Beatles, non io
Tuttosport CULTURA E SPETTACOLO

Quello fu il nostro Johnny", ha fatto sapere McCartney, ricordando il "più difficile periodo della mia vita".

Non sono io la persona che ha istigato la scissione.

Paul McCartney ha parlato dello scioglimento dei Beatles durante un'intervista per BBC Radio 4, chiarendo una volta per tutte come realmente andò: fu John Lennon a volere la separazione dei Fab Four, non lui, sul quale però ricadde la maggior parte della colpa. (Tuttosport)

Su altre fonti

le parole di paul McCartney. approfondimento. McCartney 3, 2, 1, il trailer della docuserie evento di Disney+. "Non sono stato io a istigare la scissione. Quello fu il nostro Johnny", dice l'ex Beatle all'emittente britannica, ricordando il "più difficile periodo della mia vita". (Sky Tg24 )

L’intervista completa a Paul McCartney andrà in onda il prossimo 23 ottobre e molto probabilmente scopriremo nuovi retroscena sulla band più amata di sempre I Beatles rappresentano una delle band più amate di sempre, Paul McCartney svela i reali motivi della rottura: le parole del cantautore. (Vesuvius.it)

Anche perché, nello specifico, ci sono fanatici dei Beatles e fanatici dei Beatles. E nessuno meglio di Paul McCartney poteva illustrarcelo, ancora una volta (SentireAscoltare)

«Fu John Lennon a volere la separazione dei Beatles»

Eh no, no, no. E a discolparsi una volta per tutte ha aggiunto: "Non sono io la persona che ha istigato la scissione. (Tiscali.it)

A chiarire le cose, una volta per tutte, è stato lo stesso McCartney in un’intervista alla BBC, che verrà trasmessa su Radio 4 il 23 ottobre prossimo. Fu John Lennon a volere la separazione dei Beatles, non Paul McCartney, sul quale però ricadde la maggior parte della colpa di avere messo fine alla rock band più famosa al mondo. (Corriere del Ticino)

Oh, no, no, no. È stato Johnny che di punto in bianco ha detto che avrebbe lasciato il gruppo», ha spiegato McCartney (Rolling Stone Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr