Mosca chiude al dialogo. Osce: 'guerra mai cosi' vicina'

Mosca chiude al dialogo. Osce: 'guerra mai cosi' vicina'
Più informazioni:
Tiscali.it ESTERI

Insomma, all'indomani del vertice Nato-Russia le nubi all'orizzonte, piu' che diradarsi, si addensano

Ed evoca possibili missioni militari all'estero, ad esempio della marina, se gli Stati Uniti aumenteranno la pressione.

Mosca chiude al dialogo con Usa e Nato, vista l'indisponibilita' dell'Occidente a prendere in considerazione le sue preoccupazioni sull'allargamento dell'alleanza.

(Tiscali.it)

Se ne è parlato anche su altri media

In dicembre un sottomarino russo con "atteggiamento aggressivo" ha sbattuto (intenzionalmente?) O è il solito teatrino politico del digrignare i denti, secondo una formula con la quale spesso si consola la sballottata opinione pubblica? (il Resto del Carlino)

Dobbiamo lavorare immediatamente a garanzie di sicurezza per la regione» ha aggiunto Rau deplorando il ritorno della retorica delle «sfere di influenza». (Bluewin)

«Da diverse settimane affrontiamo il rischio di una forte escalation nell'Europa orientale. Secondo Rau, l'Osce, un forum multilaterale per la sicurezza composto da 57 Stati e nato durante la guerra fredda, «è la piattaforma giusta per discutere di sicurezza globale da Vancouver a Vladivostok e può contribuire a mitigare le controversie esistenti» (Bluewin)

[News] Mentre il rischio di guerra in Ucraina aumenta, i pacifisti devono opporsi all'escalation militare Russia/Nato - [email protected]

Questo l’allarme lanciato a Vienna dal ministro degli Esteri polacco Zbigniew Rau, nel suo discorso d’inaugurazione della presidenza polacca del Consiglio Permanente dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa. (T-mag)

Resta il fatto che gli “alti costi” per le eventuali scelte azzardate di Mosca restano confinate alle sfera “politico-economica” I funzionari russi parlano apertamente “di piani d’azione militari” consegnati a Putin per fronteggiare “un deterioramento della situazione in Ucraina”. (la voce d'italia)

Crisi Ucraina: il ruolo dei pacifisti I pacifisti hanno il compito prioritario di dire no a un coinvolgimento militare della Nato. Il nostro ruolo, distante da Putin ma anche dalla Nato, non può non cogliere la pericolosità dell'allargamento della Nato all'Est. (PeaceLink)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr