Elio Pandolfi, addio all’attore e doppiatore è morto a 95 anni

Ck12 Giornale CULTURA E SPETTACOLO

Elio Pandolfi, è morto all’età di 95 anni dopo una lunga carriera nel campo artistico sia della radio che nel cinema, il doppiatore prestava la voce del celebre personaggio Stanlio e Daffy Duck.

Gli anni dopo esordisce a teatro esattamente al Piccolo di Roma, per poi riscuotere successo in radio

Dopo essersi diplomato all’Accademia nazionale d’arte drammatica di Roma, debuttò nel 1948 come mimo ballerino nei Fiori del Male. (Ck12 Giornale)

Ne parlano anche altre fonti

“Io non avevo chiesto niente, ma Dio di talenti me ne ha dati tanti“, si divertiva a raccontare. Tra i film, non molti, in cui invece recita, soprattutto negli anni ’50, c’è Perdonami! (Cronache della Campania)

Attore versatile, comico e drammatico, Elio Pandolfi si diplomo' all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica, dove aveva un sostenitore d'eccezione, il direttore Silvio D'Amico. Il grande pubblico lo ricorda soprattutto per i tanti anni in coppia con Antonella Steni e per i grandi varietà come Studio 1 con Mina. (abruzzo24ore.tv)

è morto a 95 anni Elio Pandolfi. Aveva 95 anni e debuttò a Venezia come mimo e ballerino: il cinema saluta l'attore Elio Pandolfi, voce di Stanlio nella pellicola dedicata al duo comico. È venuto a mancare nella notte tra domenica 10 e lunedì 11 ottobre 2021 nella sua casa romana. (Notizie.it )

L’arrivo di Elio provocò nel giro di pochi minuti un completo stravolgimento di quella che era la routine redazionale. Ma ad Elio tutte queste non importavano, fondamentale era il loro darsi come manifestazioni di puro splendore tecnico, vocale e coreutico (Taxidrivers.it)

"Era davvero uno degli ultimi di quella generazione di attori che avevano fatto di tutto, dalla prosa alla rivista. Elio Pandolfi. (Teatro.it)

Era il 2002 e Pandolfi, raggiante, ebbe il coraggio di dire: «Sono contento di ricevere questa targa, ma sono anche interdetto: non credo di meritare questo onore». (Cronaca Qui)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr