Stellantis rimborsa la linea di credito Intesa Sanpaolo da 6,3 miliardi di euro - Quattroruote.it

Quattroruote ECONOMIA

taly e altre società italiane del gruppo Stellantis hanno rimborsato la linea di credito da 6,3 miliardi di euro aperta nel giugno del 2020 con Intesa Sanpaolo: lo annuncia il costruttore guidato da Carlos Tavares, confermando le recenti indiscrezioni su un rimborso imminente e anticipato del prestito.

Il debito, corredato dalle garanzie statali sull’80% dell’importo totale concesse dall’agenzia italiana Sace ai sensi del Decreto Liquidità emanato dal governo e sotto la supervisione dei ministeri dell’Economia e Finanze e dello Sviluppo Economico, è stato saldato in anticipo di oltre un anno rispetto alla scadenza originaria. (Quattroruote)

La notizia riportata su altre testate

A fronte della garanzia pubblica, che portava con sé condizioni particolarmente favorevoli, Fca si era impegnata ad usare le risorse per pagare fornitori e personale degli stabilimenti italiani e “gestire i livelli occupazionali attraverso accordi sindacali”. (Il Fatto Quotidiano)

Stando a quanto riportato dall’agenzia Bloomberg, Stellantis rimborserà la linea di credito da 6,3 miliardi, con garanzia pubblica all’80% di Sace. Dongfeng Peugeot Citroen Automobile Co, la joint venture formata da Stellantis e dalla cinese Dongfeng Motor Corporation, nel 2021 ha venduto oltre 100. (QuattroMania)

La linea è stata determinante per il riavvio della produzione industriale e ha fornito continuità a progetti di investimento chiave per fornire un futuro sostenibile al settore automobilistico in Italia. (FormulaPassion.it)

Stellantis salda il debito, addio vincoli con lo Stato. Stellantis restituisce un vecchio debito di FCA con Intesa San Paolo e con garanzia Sace, cioè statale. Con la restituzione anticipata del prestito Stellantis non deve mantenere più nulla di quanto a suo tempo si impegnò a fare Fiat Chrysler Automobiles. (ClubAlfa.it)

A fronte di un free cash flow industriale di 1,2 miliardi nel primo semestre 2021, il gruppo prevede un free cash flow industriale positivo nel secondo semestre 2021 e nel corso dell'intero esercizio. (Milano Finanza)

La linea ha beneficiato della garanzia per l'80% di SACE, l'agenzia italiana per il credito all'export, nell'ambito del Decreto Liquidità emanato dal Governo e sotto la supervisione del Ministero dell'Economia e Finanze – MEF e del Ministero dello Sviluppo Economico – MISE La linea di credito, stipulata a giugno 2020, è stata strutturata per supportare la ripartenza e la trasformazione del settore automobilistico italiano dopo l'epidemia di COVID-19 fornendo liquidità alle attività della società in Italia e ai suoi fornitori italiani. (ilBianconero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr