Tesla Model S del Principe Carlo in vendita

Tesla Model S del Principe Carlo in vendita
Auto.it ECONOMIA

Il principe Carlo del Galles avrebbe messo in vendita la sua Tesla Model S, un’auto che lo avrebbe conquistato fin dalla prima dimostrazione.

Sul sito Castle Motors c’è una vettura che molti collezionisti faranno a gare per avere.

Tesla, ecco la Model S Plaid placcata in oro

Tesla Model S, quella del Principe Carlo è in vendita. Tesla record, consegnate oltre 200.000 vetture nel secondo trimestre. (Auto.it)

Su altre testate

Così, la pianificazione del viaggio richiede un controllo incrociato con l’operatore di riferimento e la presenza pressoché costante di un “piano B” Eppure, tale paura esiste davvero nel mondo dei potenziali possessori degli EV, ed è così radicata e diffusa da avere generato un termine. (Vaielettrico.it)

Infatti, non sono mancate le aziende che hanno messo a disposizione noleggi gratuiti o che hanno deciso di fornire veicoli alla Croce Rossa e ad altre autorità. Tuttavia, sembrerebbe che, quando la situazione si stabilizzerà e si potrà tornare alla normalità, la casa automobilistica Tesla – così come successo diverse volte in situazioni analoghe – tornerà ad imporre le tariffe standard. (Tom's Hardware Italia)

UNA RETE UNICA - La rete di ricarica proprietaria, nata nel 2012 insieme alle Model S, dovrebbe attualmente essere una delle più estese fra quelle ad alta potenza, se non la più estesa, a livello globale. (AlVolante)

Tesla, Nio, Xpeng e Li crescono insieme in Cina Da Benzinga Italia

La spiegazione del costo extra di 1.500 dollari, scesi poi a 1.000 dollari. La storia la conosciamo, ma facciamo un sunto rapido. Tesla, probabilmente spinta dalle lamentele nate in rete dopo l’annuncio, ha deciso quindi di ridurre il costo dell’aggiornamento hardware per questi proprietari a 1. (DMove.it)

Il Tesla Semi dovrebbe poi essere costruito anche nella nuova fabbrica del Texas. Ufficialmente, comunque, il Tesla Semi (camion di classe 8) viene ancora proposto in due versioni: una da 300 miglia (482 km) e la seconda da 500 miglia (804 km) di autonomia (HDmotori)

L'analista di Zhongtai Securities, tuttavia, ritiene questa mossa esagerata, poiché le nuove case automobilistiche cinesi competono in modo diverso sia in termini di domanda che di prezzi. Movimento dei prezzi Lunedì le azioni Tesla hanno chiuso in aumento dello 0,31% a 646,22 dollari; Nio ha chiuso in rialzo dell'1,29% a 43,35 dollari. (Investing.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr