Tour de France 2022, si parte da Copenaghen. E dal 24 al 31 luglio c'è anche il Tour donne

Corriere della Sera SPORT

Sulle Alpi si scaleranno, tra gli altri, Col de la Croix, Galibier, Granon, Croix de Fer e tornerà l’Alpe d’Huez, sede di arrivo della dodicesima tappa

Il Tour de France maschile, come già noto, partirà il 1° luglio dalla super ciclabile Danimarca con una cronometro individuale a Copenhagen, la città più bike-friendly del mondo.

Tre le frazioni danesi: oltre alla cronometro iniziale, due tappe riservate ai velocisti per 400 chilometri complessivi. (Corriere della Sera)

Ne parlano anche altri giornali

Penso che sarà veramente uno spettacolo molto bello per il pubblico a casa e anche molto impegnativo per noi. «Il tracciato mi piace molto e penso che già nella prima settimana ci saranno delle opportunità per corridori come me Mi sembra che ci sia un po’ di tutto nella prima settimana. (TUTTOBICIWEB.it)

La ragazza con la mantellina gialla e il cartello “Allez Opi-Omi” al Tour de France sarà sicuramente una di quelle scene emblematiche che difficilmente dimenticheremo. Proprio per questo motivo oggi la giovane è comparsa in Tribunale dove il procuratore pubblico Solenn Briand ha chiesto quattro mesi con la condizionale. (Ticinonews.ch)

Otto tappe, dal 24 al 31 luglio, tutte nella parte nord est del Paese. Ciclismo. Ciclismo, Tour de France femminile 2022, ecco il percorso. TOUR DE FRANCE - Nel 2022 si terrà la prima edizione del Tour de France femminile, in collaborazione con Zwift. (Eurosport IT)

Presente ieri alla presentazione ufficiale della prossima edizione della Grand Boucle, il transalpino della Groupama – FDJ ha avuto così modo di studiare il percorso e di scegliere già le tappe dove spera di essere protagonista. (SpazioCiclismo)

È un Tour aperto all'Europa e alle donne, visto che nel 2022 tornerà anche l'edizione femminile (otto tappe, ndr), che mancava dal calendario dal 2009. Ripartiremo da Lourdes con l'Aubisque e il Col de Spandelles prima di salire al traguardo di Hautacam. (il Giornale)

Si correrà nel vento, qualche bell’arrivo in salita e una buona quantità di chilometri a cronometro. Il Direttore sportivo della squadra olandese, Richard Plugge, ieri ha analizzato in generale il percorso del secondo grande giro della stagione, riconoscendo l’importanza di avere una formazione completa: “Ci sarà un po’ di tutto. (SpazioCiclismo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr