Fortino della droga, 25 arresti: il capo picchia vedetta "distratta"

Fortino della droga, 25 arresti: il capo picchia vedetta distratta
Altri dettagli:
Livesicilia.it INTERNO

Undici indagati con reddito di cittadinanza. Undici degli indagati sono risultati percettori o beneficiari del “reddito di cittadinanza”

Alcune vedette – come è stato immortalato dalle telecamere dei carabinieri – sono state picchiate e costrette a subire derisioni ed umiliazioni.

In via Piombai, nel cuore di San Cristoforo a Catania, si vendeva crack e cocaina a qualsiasi ora.

Obbligo di presentazione alla pg: Antonino Giuseppe Seminara, Giuseppe Romeo e Salvatore Vadalà. (Livesicilia.it)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Ultimo aggiornamento: Martedì 8 Giugno 2021, 09:24 Anche le donne avevano un ruolo nella “piazza di spacci” dello storico rione San Cristoforo di Catania sgominata dai carabinieri con i 25 arresti eseguiti nell'ambito dell'operazione Piombai. (leggo.it)

Così i carabinieri sono riusciti a riprendere, con telecamere nascoste, una donna spacciare mentre tiene il figlio piccolo in braccio. (lasiciliaweb | Notizie di Sicilia)

Tra le immagini in possesso dei carabinieri ci sono quelle di un giovane costretto a ‘tuffarsi’ nel contenitore dell’immondizia e di un altro a farsi avvolgere il volto con del nastro isolante. (Gazzettinonline)

Cani e vedette per difendere il "cortile dello spaccio" in via Piombai

Le indagini dei carabinieri sono riusciti a documentare ruoli di ogni indagato. E anche quello delle donne coinvolte (Livesicilia.it)

SOGGETTI DESTINATARI DI MISURA CAUTELARE DELL’OBBLIGO DI PRESENTAZIONE ALLA POLIZIA GIUDIZIARIA. Antonio Giuseppe Seminara , 32 anni (art.73 D.P.R. 309/90);. , 32 anni (art.73 D.P.R. 309/90); Giuseppe Romeo , 29 anni (art. (NewSicilia)

Il cortile era costantemente sorvegliato da vedette, e protetto da cani di grossa taglia oltre che da un avanzato sistema di videosorveglianza attivato per allertare gli spacciatori dall'eventuale arrivo delle forze dell'ordine Militari, coadiuvati da reparti specializzati dell'Arma, hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip, su richiesta della locale Procura, che ipotizza, a vario titolo, i reati di associazione per delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti. (CataniaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr