Wall Street futures: Nasdaq rimbalza dopo debolezza vigilia, focus su minute Fed e apertura Biden su tasse

Wall Street futures: Nasdaq rimbalza dopo debolezza vigilia, focus su minute Fed e apertura Biden su tasse
Finanzaonline.com ECONOMIA

Futures Usa contrastati, all’indomani del nuovo record testato dall’indice S&P 500, che ha chiuso la sessione di ieri a 4.079,95.

Amazon, Apple e Alphabet sono salite tutte di oltre +1%, mentre Facebook è balzata di oltre +2%.

“I rischi sull’outlook dell’inflazione rimangono ampiamente bilanciati”, ha rassicurato il Fomc, il braccio di politica monetaria della Fed, neri verbali

Rimonta dei titoli hi-tech, dopo che il Nasdaq è sceso ieri dello 0,1% nonostante i titoli delle Big Tech abbiano sovraperformato il mercato. (Finanzaonline.com)

Su altre testate

Per i farmaci di tutte queste categorie c'è un rischio di morte più alto di quanto non ci sia con il vaccino AstraZeneca. Adnkronos. Vaccino AstraZeneca? (Yahoo Finanza)

Accedi per vedere di più. Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità di Gooruf, quali avere un feed personalizzato e la possibilità di interagire con gli altri utenti, accedi al tuo profilo o creane uno nuovo (Gooruf)

Le morti sospette legate al vaccino AstraZeneca in Italia sono 10 su 2 milioni, è questo il valore medio. Se anche vaccinassimo di colpo tutti gli italiani morirebbero 1.800 persone, i cui decessi non sono attribuibili al vaccino. (Yahoo Finanza)

Wall Street contrastata in attesa di Powell. Spread intorno a 100 punti

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, Microsoft (+1,49%), Salesforce.Com (+1,38%), Apple (+1,24%) e Visa (+0,92%). In rialzo il Nasdaq 100 (+0,94%); con analoga direzione, poco sopra la parità l’S&P 100 (+0,31%). (QuiFinanza)

Dopo pochi minuti di scambi, lo S&P 500 segna un +0,1%, il Dow Jones un +0,05% e il Nasdaq un -0,1%. Nel comparto obbligazionario, il tasso sul decennale americano si mantiene in area 1,65% e quello del biennale allo 0,15% (Il Cittadino on line)

Apertura contrastata per gli indici Wall Street, con gli investitori focalizzati sui dati dell'occupazione nel Paese e sull'ormai prossimo discorso del presidente della Fed, Jerome Powell. Dai verbali della prima riunione della Banca centrale sembra che le misure straordinarie implementate per fronteggiare la crisi non verranno rimosse, almeno nell'immediato. (Milano Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr