Strage di Capaci del 23 maggio 1992: "spartiacque nella lotta alla mafia"

Strage di Capaci del 23 maggio 1992: spartiacque nella lotta alla mafia
Vatican News Vatican News (Interno)

Maria Falcone: il virus della mafia infetta l'economia. Il 23 maggio del 1992 è una data spartiacque nella lotta alla mafia, una piaga che si sconfigge anche attraverso la cultura della legalità.

Sono passati 28 anni dall’attentato mafioso, costato la vita al giudice Giovanni Falcone, alla moglie e a tre agenti della scorta.

Su altri media

"Nel 28esimo anniversario della strage di Capaci i cronisti siciliani aderenti all'Unci-Gruppo siciliano cronisti s'inchinano idealmente davanti all'albero che nel Giardino della Memoria di Ciaculli ricorda il sacrificio di Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Antonio Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani, nella consapevolezza che il loro esempio civile custodisca i valori universali della cittadinanza attiva". (PalermoToday)

Giovanni il 18 maggio avrebbe compiuto 81 anni. Perpetuare la memoria di chi, per spirito di servizio, per il bene collettivo, senza farsi intimidire, aveva fatto il proprio dovere. (La Stampa)

Dunque, saranno le testimonianze raccolte negli anni passati a suggerire – seppur in remoto – il coraggio e l’impegno di un uomo delle Istituzioni. PREGHIERA PER LE VITTIME DEL TERRORISMO. Preghiamo la Vergine Santissima Gran Madre. (Papaboys 3.0)

“Ricorderemo così - sostiene il presidente Domenico Tallini - in questa fase di emergenza che non consente di svolgere manifestazioni con la partecipazione dei cittadini e delle Istituzioni ed accogliendo l’invito rivolto a tutte le Assemblee legislative regionali da Maria Falcone, il giudice Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro”. (Il Lametino)

“Da siciliano sono orgoglioso di quel moto d'indignazione che seppe rompere una subalternità culturale al potere mafioso – prosegue Rizzo – aprendo la stagione della riscossa delle legalità e della bonifica delle connivenze tra potere politico, lobby economiche e mafia. (LiberoQuotidiano.it)

Inoltre, le istituzioni scolastiche, i docenti, gli studenti e le famiglie che desiderino inviare elaborati come video (durata massima 3 minuti), pensieri, poesie, immagini e ogni altro genere di materiale relativo ai temi della giornata, possono inviare i loro contributi l’indirizzo mail: [email protected]. (La Tecnica della Scuola)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti