Petrolio a 80 dollari: la crisi energetica minaccia la fornitura - Materie Prime - Commoditiestrading

Commodities Trading ECONOMIA

Nel frattempo, la Cina sta ancora affrontando interruzioni di corrente e Pechino ha ordinato alle sue aziende statali di garantire l'approvvigionamento energetico per l'inverno a tutti i costi.

La decisione dei produttori dell'OPEC e dei loro alleati di aumentare solo moderatamente la produzione a novembre minaccia di limitare ulteriormente le forniture.

Nella sessione di venerdì 8 ottobre i futures sul petrolio WTI (piazza di New York) hanno superato gli 80 dollari per barile per terminare l’ottava a quota 79,35 dollari per barile. (Commodities Trading)

Ne parlano anche altri giornali

Se è la prima volta che ti registri ai nostri servizi, conferma la tua iscrizione facendo clic sul link ricevuto via posta elettronica. Se vuoi ricevere informazioni personalizzate compila anche i seguenti campi opzionali (Finanzaonline.com)

Gli 80 dollari al barile sono stati superati venerdì scorso con le quotazioni che sono così salite sui livelli più alti dal 2014. Nei cambi euro stabile sul dollaro nei primi scambi sui mercati finanziari europei dove la valuta unica passa di mano intorno a 1,1583 dollari, +0,0014% (Bizjournal.it - Liguria)

(Teleborsa) - Le quotazioni di petrolio continuano a salire e restano sopra la soglia gli 80 dollari al barile, soglia superata nella seduta di venerdì.Il future novembre sulche aggiorna i massimi dal 2014 mostra un rialzo del 2,04% e viaggia a 80,97 dollari mentre quello sulbalza dell'1,57% a 83,68 dollari (Teleborsa)

Previsioni settimanali sul prezzo del petrolio greggio e del gas naturale. Il gas naturale si è invece nuovamente contratto, stabilizzandosi intorno al livello di 5,6 dollari. (Yahoo Finanza)

Ciò avviene in mezzo a discussioni in stallo per ottenere un accordo internazionale sul suo programma nucleare, che gli consentirebbe di ricominciare ufficialmente a esportare petrolio Le crisi energetiche in Cina e India potrebbero portare a un rallentamento anche nel continente asiatico. (Investire.biz)

Anche il prezzo del gas di riferimento per l’Europa è salito martedì per la prima volta sopra i 100 euro per MWh. I contratti più negoziati sull’importante hub TTF olandese sono saliti ai massimi storici“, ha affermato Energi Danmark in una nota di martedì. (Tecnoandroid)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr