Fisco, fine mese di fuoco: occhio alle scadenze fiscali di giugno

ContoCorrenteOnline.it ECONOMIA

Molti, in effetti, sono gli appuntamenti con l’Agenzia delle Entrate, previsti per il fine mese di giugno.

Molte altre, comunque, sono le scadenze previste negli ultimi 10 giorni del mese.

Dall’altro canto la macchina amministrativa non si ferma mai, con molti contribuenti che dovranno fare i conti con le varie scadenze fiscali.

Per questo si invita a tenere d’occhio lo scadenzario proposto dall’Agenzia delle Entrate, onde evitare di dover fare i conti con spiacevoli inconvenienti

Tanti gli appuntamenti con il Fisco nelle ultime due settimane di giugno, con i contribuenti pronti a dover fare i conti con 14 giorni di fuoco dal punto di vista dei pagamenti e scadenze da rispettare. (ContoCorrenteOnline.it)

Ne parlano anche altre testate

Il decreto amministrativo del rinvio è sul tavolo del ministro dell'economia Daniele Franco in attesa che formalizzi la decisione. Fine settimana di lavoro dei due relatori al decreto Sostegni 2, Massimo Bitonci (Lega) e Giuseppe Buompane (M5S) per esaminare gli emendamenti segnalati dei diversi gruppi parlamenti al provvedimento. (Italia Oggi)

Non si era detto di semplificare, di ridurre gli oneri amministrativi e di eliminare delle tassazioni che spesso costano allo Stato più di quanto spera di raccogliere? Sì, ma è tutto di là da venire, la riforma del Fisco è in fase di elaborazione, per ora il contribuente deve destreggiarsi tra le 144 scadenze fiscali previste per il mese di giugno, con i commercialisti al centro della linea di fuoco. (Sputnik Italia)

Dopo aver sentito e condiviso il parere espresso dal Ministero dello sviluppo economico, l’Agenzia delle entrate ha chiarito che, in assenza di una specifica previsione normativa, la mancata o tardiva trasmissione della comunicazione all’Enea non implica, comunque, la perdita del diritto alle detrazioni Ho trovato l’informazione secondo cui con la Risoluzione n. (CASA&CLIMA.com)

L'agenda è molto ampia, si parla di circa 144 appuntamenti (se si considerano tutte quante le tipologie di contribuenti) compressi in soli 14 giorni, dal 16 al 30 giugno. Ci sono poi anche il pagamento dell’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali regionali e comunali, così come la liquidazione e versamento dell’Iva relativa al mese precedente. (Notizie - MSN Italia)

I RISCHI DI NATURA FISCALE. A differenza del bonifico bancario, l’assegno non indica le ragioni per le quali è avvenuto il pagamento. COS'È UN ASSEGNO. Prima di esaminare tali rischi, riassumiamo brevemente come funziona il pagamento tramite assegno. (Yahoo Finanza)

Dopo aver sentito e condiviso il parere espresso dal Ministero dello sviluppo economico, l’Agenzia delle entrate ha chiarito che, in assenza di una specifica previsione normativa, la mancata o tardiva trasmissione della comunicazione all’Enea non implica, comunque, la perdita del diritto alle detrazioni risponde Fisco Oggi. (CASA&CLIMA.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr