Birmania: decine migliaia in piazza sfidano minacce giunta

Birmania: decine migliaia in piazza sfidano minacce giunta
Più informazioni:
Alto Adige ESTERI

- RANGOON, 22 FEB - Decine di migliaia di persone sono scese in piazza stamani in varie città della Birmania per protestare contro il colpo di stato, sfidando la minaccia dei militari di usare 'forza letale' per reprimere ciò che definiscono come 'anarchia'.

Molti uffici pubblici e banche sono inoltre paralizzati dalla campagna di disobbedienza civile.

Proteste di piazza si registrano anche nelle città di Myitkyina e Dawei (Alto Adige)

Ne parlano anche altri media

Mya Thwe Thwe Khine, che era ricoverata in condizioni critiche in un ospedale della capitale, è morta nella mattinata ora locale, dopo che – con il permesso della sua famiglia - erano stato staccate le macchine che la tenevano in vita. (Il Mattino di Padova)

?#Myanmar #Facebook ha chiuso l’account gestito dall’esercito, in seguito al colpo di stato e alla repressione delle manifes… - Due ragazzi sarebb… - EnesKanter : Credo che @RTErdogan abbia organizzato il tentativo di colpo di stato del 15 luglio 2016 nel suo paese e che Erdoga… - clikservernet : Colpo di Stato in Birmania, Facebook chiude la pagina dell’esercito. (Zazoom Blog)

I militari hanno fatto sapere che Aung San Suu Kyi è «in buona salute» e che si troverebbe ai domiciliari nella capitale Naypyitaw. (Osservatorio Diritti)

Proteste in Myanmar | morta giovane manifestante ferita alla testa da un proiettile

Una folla enorme sta marciando nelle strade di Rangoon in prossimità della pagoda di Sule, mentre nella capitale Naypyidaw un corte - scrive la Bbc, è stato disperso con gli idranti montati su mezzi blindati (La Nuova Sardegna)

In Myanmar, decine di migliaia di persone sono uscite in strada nelle principali città contro la giunta militare. Le marce sembrano ignorare, anzi sfidare la repressione della polizia, particolarmente violenta da qualche giorno e che sabato scorso è costata la vita a due manifestanti a Mandalay (IL GIORNO)

In Myanmar continuano le proteste contro il colpo di stato. Mya Thwate Thwate Khaing, questo il nome della ventenne, era stata colpita con un proiettile alla testa lo scorso 9 febbraio durante una protesta contro il golpe in Birmania a Naypyidaw, la capitale amministrativa. (Zazoom Blog)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr