Concordia, dieci anni dopo: le tante anime del naufragio si ritrovano all'isola del Giglio

Concordia, dieci anni dopo: le tante anime del naufragio si ritrovano all'isola del Giglio
Per saperne di più:
La Stampa INTERNO

La disperazione negli occhi di chi, come Yuezhong Wang John, è sopravvissuto e ieri è ritornato dal Canada «perché non dobbiamo dimenticare la tragedia che abbiamo vissuto»

l dolore di chi, come Kevin Rebello, ha perso il fratello e ribadisce «che la ferita non è affatto rimarginata.

Non ho ancora dimenticato l’incubo di non ritrovare mai Russel, il cui corpo fu recuperato dopo 2 anni e 10 mesi». (La Stampa)

Su altre fonti

Erano le 21.45 di venerdì 13 gennaio 2012 quando la nave da crociera Costa Concordia urtò gli scogli davanti all’isola del Giglio. Marco Della Piazza era in compagnia della moglie Alessandra per festeggiare i 25 anni di matrimonio e con loro c'era anche la figlia Sharon che allora aveva 17 anni. (OssolaNews)

Fabrizio Curcio, capo del dipartimento della Protezione Civile, ripercorre il film di una tragedia che «ha insegnato tanto sia dal punto di vista umano che tecnico». Con il naufragio della Costa Concordia il nostro Paese ha dimostrato di saper reagire al meglio ad un disastro che avrebbe messo in ginocchio chiunque». (ilmattino.it)

Un gesto simbolico e doveroso nei confronti dun eroe generoso che ha sacrificato se stesso per salvare il prossimo. Oggi Alberobello piange Giuseppe Girolamo, il 30enne nostro concittadino che il 13 gennaio 2012 ha perso la vita nel naufragio della Costa Concordia, all'isola del Giglio". (La Repubblica)

Costa Crociere ricorda le vittime e ringrazia i soccorritori

Nessuno parlò loro dell’incidente della Costa Concordia, della falla e dell’allagamento, del resto anche alla Capitaneria avevano minimizzato. Erano da poco passate le 21.45 e nelle ore successive all’impatto con gli scogli dalla Costa Concordia non riemersero più 32 persone, rimaste vittime del naufragio (Il Sussidiario.net)

“Costa Concordia – Cronaca di una catastrofe” è il titolo del documentario che va in onda nella serata di oggi, giovedì 13 gennaio 2022, a partire dalle 21.20 su Rai 2. (Il Sussidiario.net)

Dal giorno dell’incidente abbiamo dedicato tutti i nostri sforzi ad assistere le persone convolte e a portare a termine un progetto senza precedenti per il recupero del relitto, che si è concluso con successo salvaguardando la sicurezza e l’ambiente. (GiglioNews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr