AstraZeneca, come sta la 18enne colpita da trombosi dopo il vaccino anti Covid

AstraZeneca, come sta la 18enne colpita da trombosi dopo il vaccino anti Covid
Altri dettagli:
leggo.it SALUTE

La giovane è ricoverata al Policlinico San Martino del capoluogo ligure: secondo quanto apprende l'Adnkronos Salute da fonti dell'ospedale, nelle condizioni cliniche della 18enne non c'è nessun cambiamento.

AstraZeneca, come sta la 18enne colpita da trombosi a Genova dopo la prima dose di vaccino anti Covid.

«Resta stabile nella sua gravità».

Ultimo aggiornamento: Martedì 8 Giugno 2021, 14:55

La ragazza era stata vaccinata contro il Covid con AstraZeneca il 25 maggio in occasione di un open day. (leggo.it)

Se ne è parlato anche su altri media

Secondo la Prof.ssa Poli, dunque, assolutamente ok al vaccino anche per i più giovani ma non AstraZeneca né Johnson&Johnson. ECCO COSA SUCCEDE QUANDO UN VACCINATO SI AMMALA DI COVID. Le spiegazioni della Prof. (Centro Meteo italiano)

la giovane, che ha 18 anni, è stata anche operata per «trombosi al seno cavernoso»; la vaccinazione risale al 25 maggio scorso, quando la ragazza si era sottoposta all’iniezione nel corso di un «open day» aperto alla fasce più giovani di età. (Corriere della Sera)

"Escludere le donne giovani dalla somministrazione di vaccini a vettore virale, non solo dalla prima ma anche dalla seconda dose, con indicazioni ancora più chiare". Su questo abbiamo però già dati scientifici secondo i quali è possibile l'intercambiabilità dei vaccini fra quelli attualmente disponibili" (La Repubblica Firenze.it)

Bassetti sconsiglia vaccini AstraZeneca e J&J a chi prende la pillola

Bassetti ha poi spiegato che in Liguria "molti stanno disdicendo la prenotazione per il vaccino AstraZeneca dopo il caso della 18enne colpita da trombosi, per cui tutti facciamo il tifo affinché si riprenda presto. (AvellinoToday)

"Resta stabile nella sua gravità", a quanto apprende l'Adnkronos Salute dal Policlinico San Martino del capoluogo ligure. Nessun cambiamento nelle condizioni cliniche della 18enne, operata due volte dopo una trombosi a Genova (Adnkronos)

Sullo sfondo del caso della 18enne in gravi condizioni per una trombosi dopo aver ricevuto la prima dose di AstraZeneca, l'infettivologo del San Martino di Genova Matteo Bassetti ha sostenuto in una conversazione con Adnkronos che i vaccini a vettore virale contro il coronavirus come quello della casa farmaceutica anglo-svedese e di J&J, dovrebbero essere sconsigliati alle donne che prendono la pillola anticoncezionale. (Sputnik Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr