Didattica a distanza, le Regioni chiedono più poteri al governo: pronto un documento per “rivedere…

Didattica a distanza, le Regioni chiedono più poteri al governo: pronto un documento per “rivedere…
Il Fatto Quotidiano INTERNO

“Con queste condizioni non siamo in grado di reggere”, aveva detto il presidente del Veneto Luca Zaia.

Le Regioni vogliono maggiori poteri per spedire in didattica a distanza gli studenti, superando le attuali regole che permettono alle amministrazioni regionali di disporre la chiusura delle scuole solo in zona rossa.

Invece così, lo sa a metà mattinata se c’è un positivo e poi cosa fa li manda a casa a metà mattinata?

In sostanza, verrà chiesto al governo di non limitare esclusivamente alle zone rosse la possibilità di emanare ordinanze regionali sulla sospensione delle lezioni in presenza. (Il Fatto Quotidiano)

Su altre fonti

Prima della conversione in legge del decreto, tale deroga era stata prevista anche per le Regioni situate in zona arancione ma tale disposizione, poi, è ‘scomparsa’. (Scuolainforma)

Salernonotizie.it è il primo portale online completamente gratuito di Salerno e provincia. Ogni giorno notizie, curiosità, cronaca, sport e rubriche su Salerno, Napoli, Benevento, Avellino e Caserta. Milioni di news dalla Campania per tenerti sempre aggiornato in modo chiaro e veloce, un occhio vigile sui fatti della tua città (Salernonotizie.it)

Una decisione aspramente criticata dai sindacati, con la Cisl Scuola che chiede anche di rivedere il protocollo sicurezza alla luce dei dati della nuova ondata pandemica Nel Lazio, il 30%-40% degli istituti fa orario ridotto per la mancanza di docenti, così come succede a Bologna per le scuole dell'infanzia. (Il Messaggero)

Regioni: «Sì ai vaccini a scuola ma più poteri sulla didattica a distanza»

Ritorno in classe, le Regioni allo scontro con il Governo: “Dad non solo per le zone rosse. Rivedere i criteri per la sospensione delle lezioni” Di. Rivedere i criteri e le competenze sulla sospensione delle attività didattiche in presenza nelle scuole. (Orizzonte Scuola)

“Riteniamo inaccettabile che i costi delle mascherine Ffp2 ricadano sulle famiglie Questo non significa che gli attori della scuola non siano impegnati per il ritorno in presenza. (L'HuffPost)

Manca il personale scolastico. Sono molte, intanto, le città alle prese con la mancanza di professori e personale scolastico. In Abruzzo, una scuola di Castiglione Messer Marino ha invece cominciato il 12 dicembre (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr