Monreale, il sindaco Arcidiacono chiederà a Musumeci lo stop alla zona rossa

Monreale, il sindaco Arcidiacono chiederà a Musumeci lo stop alla zona rossa
Monrealelive.it INTERNO

L’obiettivo è, come ha fatto sapere Arcidiacono nei giorni scorsi, consentire alle attività economiche della città normanna di riaprire.

Dopo la proroga della zona rossa è stata forte la delusione della maggior parte degli operatori economici che speravano di poter beneficiare delle riaperture concesse in zona arancione.

– Il sindaco di Monreale Alberto Arcidiacono chiederà al presidente della Regione lo stop alla zona rossa. (Monrealelive.it)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Possibile andare in un altro paese anche se, ad esempio, bisogna giocare a tennis e nel proprio comune non ci sono campi. Da domani la Sardegna in Zona Arancione: tutte le regole. (vistanet)

Scende il tasso di positività al 4%.In base alle indicazioni della cabina di regia la prossima settimana cambiano alcuni colori delle Regioni. Le nuove ordinanze, firmate in giornata dal ministero della Salute Roberto Speranza, andranno in vigore a partire dal 3 maggio (Tiscali.it)

Rispetto alla settimana scorsa le modifiche sono minime: la Sardegna passa da rosso ad arancione e la Valle d'Aosta sale in fascia rossa per l'ennesima volta. L'Italia entra nel mese di maggio colorata in gran parte di giallo ad eccezione di alcune regioni del Sud (in arancione) e della piccola Valle d'Aosta (in rosso). (ilmattino.it)

Sardegna, coprifuoco dopo le 22, speranze con la zona arancione

In totale sono stati eseguiti 1.190.323 tamponi, per un incremento complessivo di 4.047 test rispetto al dato precedente. Le persone in isolamento domiciliare sono 16.556 e i guariti sono complessivamente 36.328 (+298). (Calcio Casteddu)

A partire da domani l’Isola ritorna in Zona Arancione dopo tre settimane di rosso. Possibile andare in un altro paese anche se, ad esempio, bisogna giocare a tennis e nel proprio comune non ci sono campi. (vistanet)

La decisione definitiva verrà presa dopo il monitoraggio del 14 maggio, data nella quale verrà ufficialmente stabilita la possibilità di estendere o meno l’orario in cui si potrà stare fuori da casa L’attuale decreto, valido fino al 31 luglio, ha fissato (o meglio, confermato) il divieto della circolazione a partire dalle 22 e fino alle 5 del mattino. (Sassari Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr