Olimpiadi: Malagò, 'Egonu portabandiera olimpica premio al valore della persona'

Olimpiadi: Malagò, 'Egonu portabandiera olimpica premio al valore della persona'
Altri dettagli:
La Sicilia SPORT

Fiero della scelta del Cio!".

Così su Twitter il presidente del Coni, Giovanni Malagò, si congratula con la pallavolista azzurra Paola Egonu scelta dal Cio per portare la bandiera olimpica alla cerimonia di apertura dei Giochi di Tokyo

- "Paola Egonu portabandiera olimpica nella cerimonia di apertura di Tokyo 2020.

Un premio per la classe dell'atleta e il valore della persona, protagonista nel 2020 del video dedicato al personale sanitario e ai medici impegnati contro il Covid-19. (La Sicilia)

Su altri giornali

Paola Egonu portabandiera olimpica è più di una scelta al merito sportivo, è una scelta che lancia un messaggio chiaro di inclusività, al mondo dello sport e non solo editato in: da. Quando le hanno comunicato che avrebbe portato la bandiera olimpica alla cerimonia di inaugurazione a Tokyo 2020, Paola Egonu è scoppiata in lacrime. (DiLei)

Su indicazione del Coni la Egonu è stata scelta assieme ad alcuni atleti di altri Paesi per portare il vessillo a cinque cerchi. (La Gazzetta dello Sport)

aola Egonu è stata scelta dal Cio, insieme ad altri sei atleti, per il ruolo di portabandiera nella cerimonia di apertura dei prossimi Giochi di Tokyo. Haters contro Egonu. Razzismo e ignoranza si fondono in alcuni commenti: “Bravissima Paola, nominata Alfiere senza alcun merito o riconoscimento sportivo probabilmente la prima volta nella storia. (Sportevai.it)

Paola Egonu: ecco chi è la portabandiera olimpica

Paola Egonu Olimpiadi, l’atleta porterà la bandiera italiana. “Non c’è figura migliore di Paola Egonu, come donna e come atleta, per portare alla cerimonia di apertura di Tokyo 2020 la bandiera a cinque cerchi. (Stranieri in Italia)

Sono cinque le atlete dell’Imoco Volley di Conegliano che parteciperanno alle Olimpiadi di Tokyo, al via sabato, con la nazionale: oltre a Paola Egonu, anche Myriam Sylla, Monica De Gennaro, Raphaela Folie e Sarah Fahr “Paola – aggiunge Zaia – è il simbolo di quanto di meglio lo sport e la società contemporanea possano presentare oggi: donna coraggiosa dentro e fuori il campo, esempio di perfetta integrazione, probabilmente, anche la migliore pallavolista che abbia mai calcato un parquet. (L'Eco Vicentino)

Aveva 11 anni Paola, nata in provincia di Padova da genitori nigeriani, quando cominciò a schiacciare a Galliera Veneta, poi è approdata al Club Italia, quindi all'Agil Novara ☺️#StuporMundi | @Federvolley pic. (Avvenire)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr