Pil, Confindustria “Continua recupero economia, vicino +6%” - Irpiniaoggi.it

Pil, Confindustria “Continua recupero economia, vicino +6%” - Irpiniaoggi.it
Approfondimenti:
MPS
Irpiniaoggi.it ECONOMIA

Le attese per il terzo trimestre sono di ulteriore risalita”, osserva il Csc.

Il 2021, comunque, potrebbe chiudersi con un recupero vicino al +6%”.

(ITALPRESS) – “Dopo il forte rimbalzo del secondo trimestre (+2,7%), nel terzo trimestre i principali indicatori stanno tenendo, nonostante gli effetti della scarsità di alcune materie prime e semilavorati e la ripresa dei contagi.

“I consumi privati, come atteso, sono ripartiti nel secondo trimestre (+12 miliardi, pari a +5%), trascinati dalla spesa in servizi (viaggi e spese fuori casa). (Irpiniaoggi.it)

La notizia riportata su altri media

€ 500.000.007,00 int. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154 (Mediaset Play)

Finora, nei prezzi al consumo italiani non si legge un impatto dei rincari delle commodity non energetiche, né della loro scarsità Il 2021, comunque, potrebbe chiudersi con un recupero vicino al +6%”. (Sicilianews24)

Le prospettive sono buone per il prossimo futuro, in linea con la ripresa economica attesa” sottolinea il Centro studi di Confindustria. Il 58,2% delle imprese marchigiane attive della fabbricazione di mobili sono collocate nella provincia di Pesaro, il principale polo del settore in regione (731 imprese) (Laprovinciadifermo.com)

Pil, Confindustria “Continua recupero economia, vicino +6%” – Telesettelaghi

Secondo il Csc, riportato da La Repubblica, “il recupero procede spedito, ma restano incertezze per i contagi, prezzi e scarsità di materie prime. Il report di Confindustria: “Il 2021 potrebbe concludersi con una crescita intorno al 6 per cento”. (News Mondo)

Il 2021, secondo l'associazione delle imprese, potrebbe chiudersi con un recupero vicino al +6,0%, in linea con il +5,8% stimato recentemente dal Mef e con il +5,9% delle nuove previsioni Ocse. Servizi motore della ripresa. (Investing.com)

Il 2021, comunque, potrebbe chiudersi con un recupero vicino al +6%”. (ITALPRESS) – “Dopo il forte rimbalzo del secondo trimestre (+2,7%), nel terzo trimestre i principali indicatori stanno tenendo, nonostante gli effetti della scarsità di alcune materie prime e semilavorati e la ripresa dei contagi. (Telesettelaghi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr