Zaki protesta, 'inaccettabile continuare a rinviare' - Italia-Mondo

Zaki protesta, 'inaccettabile continuare a rinviare' - Italia-Mondo
Trentino INTERNO

- MANSURA, 21 GIU - "Siamo in un ciclo di rinvii.

Non è accettabile, voglio tornare ai miei studi e inizio a sentirmi non libero.

E ciò è del tutto inaccettabile per me": lo ha detto Patrick Zaki ai giornalisti a Mansura dopo l'ennesimo rinvio sul suo caso deciso oggi

(Trentino)

Su altre testate

Se i suoi legali termineranno le arringhe difensive, il processo sarà rinviato al fine di emettere una sentenza, ha previsto un'altra fonte giudiziaria. La legale principale del trentunenne ricercatore, Hoda Nasrallah, non ha fatto previsioni su contenuti e possibili esiti dell'udienza. (IL GIORNO)

Zaki, tutto rinviato al 27 settembre. La rabbia dello studente: "Non capisco perché mi impediscano di tornare in Italia" di Ilaria Venturi , Francesca Caferri. Amnesty: "Sono ormai 28 mesi, e arriveremo a 31, che Patrick Zaki è intrappolato in un meccanismo giudiziario arbitrario". (la Repubblica)

Una notizia che non sorprende Una previsione, in qualche modo prevista, alla vigilia del ritorno in aula odierno. È stato aggiornato al 27 settembre il processo a Patrick Zaki: lo ha detto lo stesso studente egiziano dell’università di Bologna all’Ansa. (Corriere della Sera)

Zaki, nuovo processo e incubo infinito. "Rinvio inaccettabile"

Un'altra fonte giudiziaria ha previsto però che domani, "se la difesa terminerà la propria arringa, il processo sarà rinviato al fine di emettere una sentenza". Il 31enne Patrick è a piede libero dopo la scarcerazione disposta l'8 dicembre e arrivata al termine di 22 mesi di custodia cautelare, ma al momento non può tornare in Italia a causa del processo in corso per "diffusione di notizie false dentro e fuori il Paese" sulla base di un articolo del 2019 sui cristiani in Egitto perseguitati dall'Isis e discriminati da frange della società musulmana. (Alto Adige)

«Oggi hanno solo preso la mia carta d'identità, mi hanno fatto uscire, mi hanno detto di aspettare - ha detto Patrick appena conclusa l'udienza - Non capisco perché mi impediscano di tornare in Italia. (La Stampa)

Zaki rischia sempre cinque anni di carcere con l'accusa di diffusione di notizie false ai danni del proprio Paese Non è accettabile, voglio tornare ai miei studi e inizio a sentirmi non libero. (ilGiornale.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr